/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 03 aprile 2019, 10:37

Piaggio Aerospace: presidio dei lavoratori sotto la sede dell'Unione Industriali di Savona

In presidio insieme ai lavoratori Piaggio, Bombardier e di Continental anche i dipendenti della Laerh che verranno ascoltati dal Prefetto Antonio Cananà questo pomeriggio alle 17.00 dopo il corteo e l'incontro di ieri con il sindaco di Albenga Cangiano.

Piaggio Aerospace: presidio dei lavoratori sotto la sede dell'Unione Industriali di Savona

È in corso il presidio dei lavoratori di Piaggio Aerospace sotto la sede dell'Unione Industriali di Savona. Ancora troppe le incertezze e i dubbi in merito alla vertenza sindacale che, tra rinvii e richieste di incontri con il premier Conte (oltre che al Mise e con i ministri competenti), sta andando avanti da tempo.

Di questa mattina le dichiarazioni del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta sulla vertenza Piaggio: "In merito alla particolare congiuntura industriale che interessa Piaggio Aerospace, la Difesa continua a supportare la creazione delle condizioni idonee ad una soluzione più duratura possibile, che possa contemperare al meglio le esigenze operative dello Strumento militare e il valore strategico dell'azienda".

Seguite da quelle di Vicenzo Nicastro, Commissario Straordinario di Piaggio Aerospace: “Desidero ringraziare il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta per aver voluto confermare il valore strategico di Piaggio Aerospace e per aver manifestato pubblicamente l'impegno, d'altra parte mai venuto meno, a sostenerne il futuro. Lavoreremo nei prossimi giorni assieme allo stesso Ministero e alle Forze Armate interessate affinché un tale impegno si concretizzi in tempi brevi".

"Nel frattempo l'azienda condividerà con le organizzazioni sindacali nel corso della riunione odierna le soluzioni più opportune per gestire l'attuale fase con l'obiettivo di preservare la continuità del business" conclude Nicastro.

Commentano in una nota unitaria le Rsu e le segreterie Fim Fiom Uilm Savona: "I lavoratori di Piaggio sono assolutamente coscienti che oggi il fattore tempo è una condizione imprescindibile. Il Governo non può più rimandare le decisioni che riguardano il futuro dell’azienda. In tutte le sedi di confronto le parti sociali hanno evidenziato quelle che sono le priorità assolute per il rilancio dell’azienda ossia la commessa per il P.1HH, la commessa legata al P.180 per l’ammodernamento della Flotta Istituzionale e la possibilità di accedere a finanziamenti tramite la Legge 808, appena finanziata, per il rinnovamento tecnologico in modo da garantire il consolidamento dell’intero settore motoristico".

Durante il corso della mattinata ci sarà l'incontro delle segreterie provinciali Fim, Fiomx Uilm e Rsu con il commissario Vincenzo Nicastro e non è da escludere in caso di notizie non positive un corteo per le vie savonesi.

"Non abbiamo più tempo per aspettare, servono decisioni rapide, concrete e coerenti con quanto promesso in sede ministeriale da questo Governo. I lavoratori di Piaggio Aerospace e di Piaggio Aviation, i colleghi della Laerh, già in cassa integrazione senza integrazione dallo scorso dicembre, i 31 lavoratori Piaggio ancora sospesi in cassa integrazione dal 2014, il territorio stesso, non possono più attendere" concludono i sindacati.

"È arrivato il tempo delle decisioni. È arrivato il momento della responsabilità. Servono azioni concrete, scelte politiche. Sbloccare il decreto per concludere le certificazioni del velivolo a pilotaggio remoto P1HH, l'acquisto da parte dell'aeronautica di 4 moduli così come da impegno del Ministro Di Maio nell'incontro del 25 febbraio scorso, servono immediatamente decisioni per una commessa pubblica per rinnovare la flotta governativa dei P180 e sono necessarie le azioni di sviluppo per il reparto motori, produzione e manutenzione" spiega Andrea Pasa, segretario generale Cgil Savona.

"Esprimo soddisfazione per le parole del ministro Trenta su Piaggio Aerospace - ha invece dichiarato Paolo Ripamonti, senatore della Lega, vice presidente della Commissione Industria del Senatoil supporto da parte del ministero della Difesa è essenziale per il futuro di un'azienda strategica a livello nazionale e decisiva per l'occupazione e l'economia del territorio ligure". 

In presidio insieme ai lavoratori Piaggio, Bombardier e Continental anche i dipendenti della Laerh che verranno ascoltati dal Prefetto Antonio Cananà questo pomeriggio alle 17.00 dopo il corteo e l'ncontro di ieri con il sindaco di Albenga Cangiano.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium