/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 08 aprile 2019, 18:42

Piaggio Aero, Vella: "Misura colma se c’è il Governo, batta un colpo e decida". Mercoledì incontro con il Presidente Toti

Ancora nessuna convocazione. Oggi i lavoratori hanno "bloccato" Genova. Il coordinatore del Gruppo Piaggio Aero e Segretario Generale Fim Liguria Vella: "Non ci fermeremo".

Piaggio Aero, Vella: "Misura colma se c’è il Governo, batta un colpo e decida". Mercoledì incontro con il Presidente Toti

L'esasperazione da parte dei lavoratori e dei sindacati è ormai forte, la misura è colma e la richiesta è quella di un intervento chiaro e forte da parte del Governo.

Dopo le dichiarazioni di Federico Vesigna, segretario Generale Cgil Liguria, Igor Magni, segretario Generale Cgil Genova e Andrea Pasa, segretario Generale Cgil Savona (LEGGI QUI) arrivano le parole del coordinatore del Gruppo Piaggio Aero e Segretario Generale Fim Liguria Alessandro Vella.

Afferma: "Dopo 4 mesi di discussioni, contraddizioni, annunci e rinvii, il Governo ha realizzato un capolavoro, aperta la procedura di cassa integrazione per 1027 lavoratori di Piaggio Aero a Villanova d'Albenga e Genova. Ora basta, oggi abbiamo bloccato la Città di Genova, una città già in sofferenza, insieme ai lavoratori di Piaggio A e LaerH per far sentire la nostra voce al Governo, non ci fermeremo perché nonostante gli incontri in Prefettura e la richiesta di incontro al governo formalizzata il 26 Marzo con una nota congiunta dei prefetti del Presedente Toti, Sindaco Bucci e i sindaci di Villanova e Albenga ancora non abbiamo ricevuto nessuna convocazione".

Continua: "Serve un incontro urgente con il Governo per chiarire una volta per tutte le scelte che lo stesso governo intende attuare per il futuro della PiaggioAero e LaerH. Il Governo invece continua a fare melina e non decide, e lo fa alle spalle dei lavoratori che da maggio saranno posti in Cassa integrazione".

"E’ incredibile la sequenza di rimpalli di responsabilità, altro che Governo del cambiamento in questa vertenza si stanno concentrando le peggiori ipocrisie e irresponsabilità della peggiore politica, ci dicano chiaramente che cosa intendono fare e se hanno deciso che il destino di Piaggio Areo è segnato ce lo vengano a dire" afferma con forza Vella.

"Su questa vertenza non permetteremo passerelle ne tantomeno che si lucri a scopo elettoralistico sulla pelle dei lavoratori con improbabili soluzioni a maggio a ridosso delle europee, vogliamo risposte subito. Ci aspettiamo una convocazione quanto prima, se ciò non dovesse avvenire ci faremo sentire anche a Roma" continua Vella.

"Per responsabilità verso la città abbiamo rimosso il presidio davanti alla Prefettura, mercoledì siamo stato convocati dal Presidente Toti che ringraziamo per la sua sensibilità e disponibilità uniamo le forze sapendo che però la partita si giocherà al tavolo ministeriale" conclude il coordinatore del Gruppo Piaggio Aero e Segretario Generale Fim Liguria Alessandro Vella. 

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium