/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 13 luglio 2019, 14:05

Lutto nel mondo del calcio locale: se n'è andato Vittorio "Giorgio" Ravera, il "Golden Boy"

I funerali avranno luogo quest'oggi, sabato 13 luglio, alle ore 16.30 nella Cattedrale di San Michele Arcangelo in Albenga.

Lutto nel mondo del calcio locale: se n'è andato Vittorio "Giorgio" Ravera, il "Golden Boy"

Se n'è andato giovedì scorso all’età di 63 anni, dopo un periodo di sofferenza, Vittorio "Giorgio" Ravera, ex calciatore di Alassio e Albenga conosciuto nel panorama calcistico della provincia di Savona con il soprannome di "Golden boy".

Giorgio Ravera lascia la cara Laura, il figlio Elvis con Valentina, Armando e Marcello assieme ai parenti tutti. I funerali avranno luogo quest'oggi, sabato 13 luglio, alle ore 16.30 nella Cattedrale di San Michele Arcangelo in Albenga.

L'Albenga Calcio ha voluto ricordarlo con un messaggio sulla propria pagina Facebook firmato dal capitano Gabriele Patrucco:

"Classe 1955, conosciuto e chiamato da tutti Giorgio ma all'anagrafe Vittorio, proveniente dall'Alassio è arrivato all'Albenga nella stagione 1978/79, in Serie D, militandovi per due stagioni in cui ha totalizzato 56 presenze e 3 gol con la nostra casacca. Era soprannominato nell'ambiente calcistico "Golden boy", per via della sua bellezza ed eleganza. In campo era un giocatore molto dotato tecnicamente, giocava mezz'ala o seconda punta. Ha lavorato per anni nelle scuole del comprensorio. 

Ho avuto il piacere e l'onore di poterlo conoscere nelle ricerche per il libro sulla nostra storia, e quando l'ho incontrato per la prima volta gli avevo "rivelato" che avevamo scelto di mettere proprio una sua fotografia in copertina. Lui ne era rimasto molto sorpreso, direi stupefatto. Con grande umiltà mi disse di sentirsi onorato e allo stesso tempo "scomodo", perché molte altre Leggende avrebbero meritato più di lui di ricoprire quello spazio nel libro dell'Albenga calcio.

Secondo noi, gli raccontavo, quella foto incarna perfettamente lo spirito calcistico e sportivo. La gioia dopo un gol, le braccia tese verso l'alto e una corsa, quasi commossa, verso tifosi e compagni di squadra. L'essenza dello sport! ..scherzammo sul fatto che quella foto fosse stata scattata nel 1979, e ricorda molto quella corsa di Tardelli nel Mondiale del 1982, una sorta di precursone del tempo.. La cosa lo divertì molto e si convinse definitivamente che fosse la scelta giusta per la nostra copertina. Da quel giorno sono passati quasi 3 anni, e per tutto questo periodo andava in giro orgoglioso e fiero nel raccontare che proprio lui, sarebbe stato sulla copertina di questo libro, e nel dirlo agli amici i suoi occhi si riempivano di gioia mista a commozione, sempre!

Piacere di averti conosciuto "Golden boy"! Questi ed altri ricordi li porterò per sempre con me, e te lo dovevo... Grazie! Forza Albenga cercheremo di farti esultare ancora per noi con le braccia rivolte verso al cielo".

 

Nella foto di gruppo allegata all'articolo, Giorgio Ravera è il primo accosciato partendo da sx (in maglia rossa).

Roberto Vassallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium