/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 25 settembre 2019, 16:00

Il 100% dei Comuni Liguri è iscritto all'ANCI Liguria

Tutti i 234 Comuni della nostra regione hanno aderito, un risultato che in Italia era stato raggiunto solo da Val d'Aosta e Trentino Alto Adige

Il 100% dei Comuni Liguri è iscritto all'ANCI Liguria

Con l’adesione degli ultimi due comuni del Savonese ANCI Liguria fa l’en plein: sono soci dell’Associazione, infatti, tutti i 234 comuni della Liguria, oltre alle Province e alla Città metropolitana di Genova.

“Un traguardo che testimonia la fiducia e il riconoscimento degli enti nei confronti del grande lavoro di assistenza che ANCI Liguria svolge quotidianamente a sostegno delle comunità locali, e che ci rende tutti molto orgogliosi. Unico caso, in Italia, di un’Associazione che ha come soci la totalità dei Comuni, una realtà che è propria solo dei Consorzi della Valle d’Aosta, del Trentino e dell’Alto Adige”, ha commentato il presidente di ANCI Liguria Marco Bucci, Sindaco di Genova e della Città metropolitana che, con l’occasione, ha annunciato il via dell’Ufficio di Presidenza all’istituzione di un Fondo rotativo, a partire dell’inizio del prossimo anno, per l’erogazione di sostegni  finanziari assegnati in via prioritaria ai piccoli comuni al riguardo delle anticipazioni di cassa per la partecipazione ai progetti comunitari.

Il Fondo, inserito nel bilancio di ANCI Liguria, si esplica attraverso la stipula di un accordo per l’erogazione di un prestito infruttifero temporaneo, a favore del comune che lo richiede, che potrà utilizzarlo per le proprie finalità istituzionali. Il contributo potrà riguardare studi di fattibilità, progettazione, indagini e consulenze specialistiche; piani e programmi urbanistici; lavori, servizi e forniture; accantonamento imprevisto; costi di gara d’appalto; assistenza lavori.

La richiesta potrà essere inoltrata per le spese che abbiano già ottenuto un finanziamento a valere sui fondi regionali, nazionali ed europei, al fine di consentire l’avvio immediato degli investimenti; per le spese di progettazione finalizzate ad accedere a finanziamenti regionali, statali ed europei; per l’organizzazione di eventi e/o manifestazioni.

Con la sottoscrizione di un’apposita convenzione, l’ente si impegna a restituire il prestito integralmente entro una data stabilita a seconda dei casi, che va dai 12 ai 24 mesi, con un piano di restituzione rateale e a tasso zero della somma percepita. A tal proposito, verrà nominata una Commissione di valutazione che ne deciderà soglie e modalità.

 

“Un ulteriore intervento fortemente voluto dal presidente Bucci a sostegno soprattutto dei piccoli comuni, per far fronte alla difficoltà che spesso incontrano nel garantire le anticipazioni di cassa per la partecipazione ai bandi europei, per i quali viene richiesta una compartecipazione dell’ente locale – afferma il direttore generale di ANCI Liguria Pierluigi Vinai – Si tratta senza dubbio di uno sforzo notevole da parte dell’Associazione, che oggi mette a disposizione dei comuni il modesto tesoretto che ha messo da parte grazie ai principi virtuosi di bilancio che ha applicato negli ultimi anni. ANCI Liguria è una realtà piccolissima che, però, restituisce moltissimo al territorio”.

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium