/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 29 settembre 2019, 11:50

Savona, i carabinieri provano a fermarli per un controllo, scappano, vengono ripresi e li aggrediscono: arrestati

Due 20enni albanesi sono finiti in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni. Arrestato a Varazze, per rapina e lesioni, un 17enne algerino.

Savona, i carabinieri provano a fermarli per un controllo, scappano, vengono ripresi e li aggrediscono: arrestati

Non si ferma l’azione preventiva e repressiva in ambito di sicurezza dei Carabinieri di Savona.

Nella serata di ieri a Varazze, in Piazza San Domenico, i militari della Stazione Carabinieri di Celle Ligure hanno arrestato per rapina e lesioni un diciasettenne cittadino algerino. Il minorenne è stato bloccato prontamente dai militari mentre cercava di guadagnarsi la fuga dopo aver forzato una delle finestre laterali di un camper parcheggiato, essersi introdotto al suo interno ed esser stato sorpreso dalla proprietaria. Il giovane, vedendosi scoperto, ha spintonato la donna nel tentativo di riuscire ad uscire dal veicolo, ma è stato bloccato immediatamente dopo dai militari e trovato ancora in possesso della carta d’identità della vittima e della somma in contanti di euro 90,00.

La refurtiva è stata recuperata e restituita alla vittima, che nel corso della rapina ha riportato lesioni lievi per le quali ha dovuto ricorrere alle cure presso l’ospedale San Paolo. Dopo le incombenze di rito il minorenne è stato associato al centro di accoglienza per minorenni di Genova.

L’intensificazione dei servizi di prevenzione e repressione nel fine settimana dell’Arma ha portato inoltre ad altri due arresti nella nottata: a Savona i militari NOR-Sezione Radiomobile e della Stazione Carabinieri di Vado Ligure hanno arrestato per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nonché resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni N.A. e K.A. entrambi ventenni cittadini albanesi ed in Italia senza fissa dimora.

Gli stessi a bordo di un'autovettura Ford Fiesta non si sono fermati all’alt dell’equipaggio del dipendente N.O.R. dandosi così alla fuga e venendo inseguiti per le vie cittadine per diversi minuti. Durante la fuga gli arrestati hanno gettato alcuni involucri di plastica dal finestrino dell’autovettura (che sono stati recuperati in un secondo momento e si è scoperto contenessero al loro interno della sostanza stupefacente del tipo cocaina) nonché un bilancino di precisione per la suddivisione delle dosi ed un sacchetto in plastica dal quale venivano ricavate le confezioni per la sostanza. A giudicare dai fori presenti sulla busta di plastica, i due avevano confezionato ben più delle cinque dosi rinvenute dai militari.

L’inseguimento è terminato con il fermo della Ford Fiesta dalla quale sono scesi i due uomini che, per sottrarsi all’arresto, hanno aggredito i militari operanti. Gli uomini dell'Arma sono riusciti comunque a bloccare i due grazie al supporto fornito dai colleghi della Stazione Carabinieri di Vado Ligure sopraggiunti nel frattempo.

Gli arrestati dopo le formalità di rito sono stati associati presso le camere di sicurezza di Savona in attesa di udienza di convalida con rito per direttissima.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium