/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 07 maggio 2020, 10:54

Celle, le Albisole e Savona e il futuro della cultura: "Come riapriremo i musei?"

Gli assessori alla cultura dei 4 comuni hanno provato a fare il punto tra di loro, ma se Albissola Marina sembra possibilista, per Savona sembra difficile ripartire il 18 maggio

Celle, le Albisole e Savona e il futuro della cultura: "Come riapriremo i musei?"

Una riunione per fare il punto della situazione e mettere insieme le idee, le proposte e le possibili soluzioni per ridare vita al settore della cultura puntando poi entro il 18 maggio alla riapertura dei musei, chiusi in questi mesi a causa dell'emergenza Coronavirus.

Ieri pomeriggio infatti si è svolta una riunione tecnica in videoconferenza tra gli assessori alla cultura del comune di Albissola Marina Nicoletta Negro, Albisola Superiore Simona Poggi, Celle Giorgio Siri e Savona Doriana Rodino con la presenza della direttrice del museo di Savona Tiziana Casapietra. 

I 4 comuni dell'Associazione Italiana Città della Ceramica vogliono provare a ripartire viste le diverse iniziative messe in campo durante gli anni in un settore nel quale la provincia di Savona ha diversi fiori all'occhiello.

"Nella riunione abbiamo cercato di capire cosa ne faremo dei musei e in che modo potremo riaprirli e soprattutto come intravediamo il futuro insieme. Dobbiamo iniziare ad abituarci a lavorare uniti e dare un segnale, quando abbiamo iniziato io e l’assessore di Albisola Luca Ottonello insieme ci davano per ‘pazzi’, la politica per la prima volta deve essere un passo avanti" spiega l'assessore Nicoletta Negro che da anni collabora con il comune limitrofo organizzando il calendario degli eventi in simbiosi e con gli altri comuni come Savona e Finale ha organizzato la mostra, ad esempio di Arturo Martini.

"Bisogna riorganizzare la riapertura, sanificare, contingentare, capire in che modo farlo. Non so se il 18 riusciremo ad aprire, dobbiamo organizzare i turni e molti nostri volontari sono anziani non possiamo metterli a rischio. Coinvolgeremo i più giovani e qualche dipendente comunale. La cultura non si può fermare, dobbiamo tenerla viva e non solo online" ha continuato l'assessore albissolese che ha ricordato la presenza del canale Youtube dedicato al museo diffuso Muda.

"Non abbiamo ancora ricevuto delle indicazioni del Governo su come riaprire - precisa l'assessore del comune di Savona Doriana Rodino - ad esempio il Museo della ceramica ha delle stanze piccole e sarà difficile tenere le distanze. C'è poi un altro aspetto importante, con le crociere e il turismo fermo non ci sembra il caso di ripartire il 18, potrebbe essere spesa una cifra importante per nulla purtroppo".

Il comune di Savona ha da sempre fatto fatica a far riscoprire le sue bellezze ai cittadini e ai turisti, anche se negli ultimi mesi la cultura sembrava ripartire, spazzata però via dall'emergenza.

"Vogliamo capire prima di tutto come fare e poi se ne vale la pena al momento. La vediamo difficile, dopo due mesi che le persone sono state chiuse in casa, parliamoci chiaro, non vanno in un museo. Con Buongiorno Ceramica e i video della Pinacoteca, per il momento andremo avanti online ma mancando le visite guidate scolastiche e il blocco di Costa per il momento non ce la faremo. Sul Priamar abbiamo una mostra temporanea allestita che a fine febbraio doveva aprire, ma a causa del virus non è mai stata inaugurata" conclude Doriana Rodino.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium