/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 28 giugno 2020, 15:00

Savona, fine mandato per Federico Delfino alla De Mari, ora punta al posto di rettore dell'Università di Genova: "Tratteniamo i nostri giovani in Liguria"

Il prorettore del Campus di Savona sarà sostituito alla Fondazione da Luciano Pasquale. Il bilancio dei suoi 4 anni di presidenza e le proposte per diventare numero uno dell'Università

Savona, fine mandato per Federico Delfino alla De Mari, ora punta al posto di rettore dell'Università di Genova: "Tratteniamo i nostri giovani in Liguria"

Luciano Pasquale dopo aver lasciato la presidenza della Camera di Commercio è tornato alla guida della Fondazione De Mari dopo essere stato il numero 1 dal 2000 al 2009. Subentra a Federico Delfino, presidente dal 2016 al 2020, prorettore del Campus universitario di Savona e in corsa per diventare nuovo rettore dell'Università di Genova.

Con lui abbiamo fatto un bilancio dei suoi 4 anni alla fondazione savonese e la grande rincorsa per diventare il rettore dell'ateneo universitario ligure.

"Gli anni alla De Mari sono stati di grande crescita dal punto professionale ma anche umano. Ho cercato di sviluppare innovazione e con la fondazione tutto ciò ha avuto un impatto sociale, inoltre ho avuto l'opportunità di conoscere il territorio nei suoi diversi ambiti, tramite le associazioni, le iniziative, i progetti e le collaborazioni. E' stata veramente un'esperienza importante" ha spiegato Federico Delfino.

Al momento il monte erogativo della Fondazione De Mari si attesta sui 2 milioni di euro, una cifra inaspettata rispetto ai problemi degli anni scorsi.

"Dopo 4 anni doveva però finire e lascio con un bilancio positivo dal punto di vista tecnico, la Fondazione aveva infatti delle criticità, sono stati messi in atto investimenti e il patrimonio è tornato a crescere. Ora c'è la sfida della ripresa, l'emergenza sanitaria ha lasciato degli strascichi ed è stato creato un apposito fondo proprio per quello - prosegue il presidente uscente - sono in programma negli ambiti che sosteniamo iniziative soprattutto nell'arte, nella cultura e l' educazione. Abbiamo vissuto dei grandi cambiamenti non solo dal punto di vista degli investimenti ma effettuato un cambio epocale sull'interattività grazie ad una nuova piattaforma online".

"Credo che il nuovo presidente, uomo di grande esperienza, continuerà su questa strada e saprà indirizzare queste risorse che abbiamo individuato per la ripresa della provincia di Savona" ha continuato Delfino.

Delfino, 48 anni, che in passato è stato consigliere comunale a Savona fino al 2011, è quindi in corsa per subentrare al rettore universitario Paolo Comanducci. Dovrà battere la concorrenza di Giancarlo Sambuceti, Enrico Giunchiglia, Fabio Lavagetto.

Le elezioni si terranno fra settembre e ottobre in contemporanea con l’avvio del nuovo anno accademico e ci saranno due turni di voto, il primo il 14 e 15 settembre, il secondo il 30 settembre e il primo ottobre, con eventuale ballottaggio. 

"Ho fatto questo passaggio perché per 12 anni mi sono occupato del campus di Savona, ho visto tutte le sue funzioni mettendo in campo iniziative virtuose con il mondo produttivo e delle aziende che potrebbero dare occupazione ai nostri laureati - specifica il candidato rettore - C'è un problema sul deflusso dei nostri giovani, penso però che la Liguria abbia delle grandi ricchezze da svelare e bisogna creare le condizioni perché i nostri studenti trovino un lavoro qualificato" specifica il candidato rettore che ha posto così la sua candidatura dal nome Liguria@unige.it "Il futuro del territorio frequenta l'Università di Genova".

"Ci sono tutte le condizioni per creare modelli su Genova ma anche nelle altre sedi delle nostre università con l'obiettivo di creare un sistema di innovazione del sapere con al centro lo sviluppo e la crescita sociale. La Liguria ben si presta a un modello di innovazione, di sviluppo sostenibile e tutto quello che può riguardare le tecnologie a basso impatto e la cultura. Potremo diventare un modellino nazionale, che si concentri anche naturalmente sull'economia del mare" ha concluso Federico Delfino.

 

 

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium