/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 09 luglio 2020, 12:53

Antincendio boschivo, via alla campagna estiva di prevenzione: nuovo servizio elicotteri e fondi a comuni e volontari

Mai: "Negli ultimi anni abbiamo messo in campo sforzi e risorse ingenti. Tutto questo ci ha permesso di assistere a una forte riduzione, sia dei numeri di incendi, sia degli ettari percorsi dal fuoco"

Antincendio boschivo, via alla campagna estiva di prevenzione: nuovo servizio elicotteri e fondi a comuni e volontari

Al via la campagna antincendio boschivo per l’estate 2020. A presentarla questa mattina in Sala Trasparenza di Regione Liguria, l’assessore regionale all’Antincendio, Stefano Mai. Previsto un nuovo servizio di intervento degli elicotteri. Finanziati associazioni di volontari e comuni.

"Oggi presentiamo il raggiungimento di anni di lavoro che ci hanno portato a migliorare costantemente il servizio di prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi – ha spiegato l’assessore Mai -. La Liguria, in proporzione, è la prima regione italiana per superficie boscata che comprende il 73% del territorio. Questo ci dimostra come sia fondamentale agire con precisione ed efficacia in questo settore". 

"Negli ultimi anni abbiamo messo in campo sforzi e risorse ingenti. Tutto questo ci ha permesso di assistere a una forte riduzione, sia dei numeri di incendi, sia degli ettari percorsi dal fuoco. Nonché della pericolosità degli incendi stessi per l’uomo e l’ambiente. Possiamo osservare che tra il periodo 2012 e 2017 la media di incendi annui si è attestata a 232 per 1.328 ettari arsi, mentre nel 2019 abbiamo misurato 122 incendi boschivi (-48%) con 640 ettari arsi (-52%). Nel 2018 siamo persino scesi a 96 incendi (-59%) e 106 ettari (-92%)".

"Risultati come questi si ottengono con un importante lavoro di squadra. Regione, Vigili del Fuoco e Volontari. La sinergia fra queste tre componenti è fondamentale. Oggi interveniamo in maniera decisa. Fondi ai volontari e ai Comuni. Nuovo servizio degli elicotteri antincendio. Confermata la convenzione con i Vigili del Fuoco. Presto arriveranno anche nuove tecniche sperimentali di spegnimento e prevenzione. Tutto ciò ci permetterà di garantire controlli e interventi efficaci durante la stagione di maggiore intensità degli incendi che si concentrano fra fine luglio e tutto agosto".

"A fronte di un processo durato cinque anni, la Liguria oggi può contare sul fondamentale supporto di 1.800 volontari appartenenti a 200 organizzazioni, con a disposizione 600 mezzi, e su un nuovo servizio di intervento degli elicotteri".

"Proprio in riferimento ai volontari, ho scelto di anticipare i contributi annui dedicati ai Comuni e alle associazioni che nel periodo di lockdown hanno affrontato numerose spese per offrire servizi alla comunità. Abbiamo impegnato complessivamente 225mila euro, di cui 75mila andranno alle associazioni di volontariato e 150mila ai Comuni per il potenziamento dei gruppi Aib".

"Per gli elicotteri, invece, Regione assicura il servizio di spegnimento incendi boschivi con la propria flotta aerea Aib. Questo servizio in precedenza poteva contare su due elicotteri, mentre ora sarà composta a pieno regime da tre, più un quarto attivabile in caso di necessità. Uno di questi mezzi è entrato in servizio dal 2 luglio nella base di Imperia. Il prossimo verrà attivato in base alle condizioni meteo-climatiche e degli incendi riscontrate a fine luglio. Si tratta di modelli AS 350 B3 Écureuil, capaci di trasportare circa 1000 litri di acqua che viene lanciata sulle fiamme da una quota relativamente bassa, al fine di contenere l’espansione del focolaio. Inoltre, gli elicotteri sono stati dotati di fotocamere a raggi infrarossi che consentono al pilota di sganciare l’acqua sulle braci con maggiore precisione ed efficacia. Questo tipo di telecamera, in funzione già da alcuni mesi, ha permesso di intervenire anche in aree impervie, con presenza di molto fumo, consentendo di individuare esattamente i focolai attivi sui quali dirigere il getto d’acqua". 

"Oltre a tutto ciò, tramite i Coordinamenti provinciali del volontariato Aib, verranno organizzate squadre per l’attività di monitoraggio del territorio, in modo da garantire un presidio preventivo e di rapido intervento in caso di principi di incendio, garantendo segnalazioni tempestivamente. L’attività verrà coordinata dalla Soup (Sala Operativa Unificata Permanente della Regione Liguria), d’intesa con i comandi provinciali dei Vigili del Fuoco che gestiscono la direzione delle operazioni di spegnimento. L’attività si avvarrà del Servizio Regionale di Previsione Incendi (Spirl) e verrà sostenuto da Regione Liguria con un contributo di 23mila e 600 euro per le spese di carburante". 

"Ovviamente, vista la stagione calda, molto dipenderà dalle condizione meteo-climatiche in base alle quali talvolta decretiamo anche lo stato di grave pericolosità incendi, periodo all’interno del quale vengono dettate regole e norme per evitare l‘innesco di incendi. E proprio nell’ottica di garantire un’azione coordinata in un periodo così complesso, voglio ricordare che nel mese di febbraio come Regione abbiamo rinnovato la convenzione triennale con il ministero dell’Interno per la Direzione delle operazioni di spegnimento e gestione operativa della Soup, garantendo un contributo annuo di 550mila euro, cifra implementata di 50mila euro rispetto agli anni precedenti". 

"Con oggi possiamo garantire un sistema integrato ed efficiente. Volontari sostenuti economicamente e con un’importante dotazione di mezzi. Servizio di spegnimento degli elicotteri raddoppiato ed evoluto con le migliori tecnologie del momento. Il coordinamento dei Vigili del Fuoco garantito e potenziato".

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium