/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 04 dicembre 2020, 14:12

Giornata mondiale disabilità, l'appello di Max Biovi: "Ad Albenga serve che l'ufficio ausilio disabili sia al pianterreno e accessibile a tutti"

In un video il protagonista di tante battaglie albenganesi a favore delle persone con disabilità spiega i molti limiti dovuti alle barriere architettoniche

Giornata mondiale disabilità, l'appello di Max Biovi: "Ad Albenga serve che l'ufficio ausilio disabili sia al pianterreno e accessibile a tutti"

Ieri, 3 dicembre, ricorreva la Giornata Mondiale di Solidarietà alle disabilità. Un tema molto sentito ad Albenga, come ha ricordato Marta Gaia, consigliere delegato al superamento delle barriere architettoniche del comune di Albenga: "Le giornate dedicate a tematiche importanti portano l'opinione pubblica alla riflessione. Scontato dire che non basta una giornata, ma nel vivere quotidiano dobbiamo metterci dalla parte delle persone con disabilità motoria, psichica o sensoriale ,per comprendere quanti diritti vengono loro, ancora oggi, negati. Insisto sul termine diritti perché penso che di debba superare il concetto di assistenzialismo e di bisogno. In occasione della Giornata Internazionale dedicata alle persone con disabilità voglio ancora una volta richiedere a tutta la cittadinanza di costruire insieme l'inclusione per fare in modo che nessuno rimanga indietro" (leggi articolo QUI).

Su questo tema interviene Massimo "Max" Biovi, persona da anni impegnata nella tutela dei diritti dei disabili. "Urge che ad Albenga sia collocato, come peraltro prevede una legge ben dettagliata in materia, l'ufficio comunale ausilio disabili nel quale le persone con disabilità possano presentare le loro istanze e chiedere ausili, al pianterreno del palazzo comunale o di qualsiasi struttura deputata a questo ruolo. Oggi l'ufficio preposto c'è ma non è adeguatamente servito da ascensori".

Spiega ancora Biovi: "Le disabilità sono di molti tipi diversi, ma spesso vanno a coinvolgere la deambulazione. Se per una persona con dei limiti nei movimenti spesso è già di per sé umiliante chiedere degli ausili al Comune, diventa ancora più imbarazzante chiedere aiuto per farsi accompagnare nell'ufficio preposto, se questo non è immediatamente raggiungibile, e magari dovere anche spiegare le motivazioni che lo portano in Comune".

Biovi ha raccolto tutte le sue considerazioni in un video pubblicato sul suo profilo Facebook, che riportiamo qui di seguito:

Nel suo video, Biovi si esprime con gratitudine nei confronti del presidente del Consiglio Comunale Diego Distilo: "L'unico in amministrazione che si è pronunciato su questo tema, lui è di parola".

Da parte di Biovi un pensiero anche nei confronti della Asl: "Nulla da eccepire nei confronti del personale, sempre gentile e disponibile. Ma la risposta è sempre la stessa: ci stiamo lavorando".

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium