/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 15 gennaio 2021, 18:44

Messa in sicurezza dei rii Fasceo e Carendetta ad Albenga, Traversi (Mit): "La tutela del territorio non si può fermare"

Il sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti spiega che si tratta di "progetti immediatamente esecutivi"

Il Rio Fasceo, da diversi mesi ormai al centro delle attenzioni e delle preoccupazioni di abitanti e amministratori

Il Rio Fasceo, da diversi mesi ormai al centro delle attenzioni e delle preoccupazioni di abitanti e amministratori

Sedici milioni di euro per la tutela e la messa in sicurezza del territorio a difesa dell’ambiente e dei cittadini. È quanto previsto per la Liguria dallo stralcio 2020 del Piano nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico 2020 (Piano stralcio, Dl 76/2020). I fondi andranno a finanziare gli interventi per la messa in sicurezza idraulica dei Rio Fasceo e Rio Carendetta ad Albenga e per la realizzazione del bypass del Rio Noce a Genova”. A comunicarlo è il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Roberto Traversi.

Si tratta di progetti immediatamente esecutivi per la messa in sicurezza del territorio dai rischi sempre maggiori derivanti da eventi climatici estremi su aree del Paese particolarmente vulnerabili - prosegue Traversi - Interventi che fanno parte di un piano pluriennale fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle e dal Ministro Costa e varato nel 2019 che in questa tranche ha previsto lo stanziamento di 262 milioni di euro”.

Come ha affermato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa i lavori non si fermano e non possono fermarsi - continua il sottosegretario il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti - Quelli contro il dissesto idrogeologico sono cantieri che servono davvero alla tutela del territorio, per proteggere il nostro Paese fragile e affinché non ci siano più tragedie”.

Si tratta di progetti esecutivi e cantierabili finanziati dal ministero dell’Ambiente - sottolinea Traversi - Con il DL Agosto era stata messa a disposizione degli enti locali e delle Regioni la società in house del Ministero dell’Ambiente Sogesid. Un modo questo per aiutare le amministrazioni nella progettazione".

"Come ha spiegato il ministro Costa, con la medesima legge - conclude il sottosegretario - ai presidenti di Regione che sono commissari straordinari del dissesto idrogeologico sono stati dati i poteri straordinari che permettono di ridurre del 40% i tempi. Inoltre ai Comuni interessati viene anticipato il 30% della spesa, in modo da permettere in tempi rapidi l’attivazione di tutta la procedura per la messa in opera del cantiere".

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium