/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 03 febbraio 2021, 13:11

'Buoni Spesa Covid-19' percepiti indebitamente, anche Loano nel mirino della Finanza. Nappi (MIU): "Avevamo ragione noi"

Il candidato sindaco contro l'amministrazione: "Chieste delucidazioni al sindaco e lui si era rifiutato di rispondere". Documentata inoltre una nuova situazione di sporcizia e degrado in paese

'Buoni Spesa Covid-19' percepiti indebitamente, anche Loano nel mirino della Finanza. Nappi (MIU): "Avevamo ragione noi"

"Noi del Movimento Italia Unita siamo stati i primi a sollevare il caso dei 'Buoni Spesa Covid-19' per quanto riguarda il comune di Loano, un caso che la recente indagine della Guardia di Finanza ha rivelato essere concreto. Avevamo chiesto delucidazioni in merito al sindaco Pignocca e lui si era rifiutato di rispondere, alla fine avevamo ragione noi".

Così Francesco Nappi, presidente nazionale del Movimento Italia Unita e candidato sindaco alle prossime elezioni di Loano, dopo la scoperta di 137 persone (in varie città della provincia tra le quali anche la località loanese) che hanno ottenuto indebitamente il beneficio dichiarando di trovarsi in condizioni di difficoltà economica, ovvero di indigenza tali da non consentire nemmeno il minimale approvvigionamento di generi alimentari e di prima necessità.

Il leader del MIU ha inoltre aggiunto un pensiero sul decoro di Loano dopo aver documentato, con alcune foto, sporcizia e degrado in piazzale Mazzini: "È veramente sgradevole e incomprensibile commentare questa situazione, sono tre giorni che è così e non è l'unica zona del paese - spiega il candidato alla poltrona di primo cittadino, non risparmiando critiche all'attuale sindaco loanese Luigi Pignocca - anche via Boragine versa in uno stato pietoso, oltre a quanto abbiamo già documentato ovvero la passeggiata priva di manutenzione (leggi QUI). Addirittura nel caruggio ci sono pietre che si stanno alzando, con il rischio che qualcuno si possa fare male: non si può accettare che un sindaco volti la faccia al decoro della città che amministra, soprattutto in un periodo dove c'è possibilità di intervenire poiché le restrizioni limitano di molto il movimento per le vie cittadine".

"Capisco che il signor Pignocca auspichi la possibilità di un terzo mandato, come un bambino che non vuole mollare il proprio giocattolo - aggiunge Nappi - però è inaccettabile che in questo momento si pensi agli inciuci di palazzo per essere rieletti a discapito del decoro di Loano. Noi del MIU questo non lo vogliamo permettere e lo dimostreremo con il nostro programma elettorale che verrà menzionato a grandi linee il prossimo 14 febbraio grazie al gazebo che allestiremo in piazza Massena: nulla di impossibile da realizzare, ma iniziative semplici e in grado di portare benefici alla città e alla cittadinanza". 

"Come MIU e come presidente nazionale combatterò queste crepe nell'amministrazione, il sindaco deve amministrare e a Loano non si sta amministrando ma distruggendo. Questa cittadina splendida non merita un sindaco e una Giunta così, c'è bisogno di rinnovare e di rilanciare il paese in tutti i settori. Amministrare bene si può, bisogna però volerlo" ha infine concluso Francesco Nappi.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium