/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 04 marzo 2021, 08:56

Nel savonese una nuova app per prenotare il posto in spiaggia. Schiappapietra (Balneari): "Aiuterà a diminuire il rischio"

Si potrà prenotare l'ombrellone senza bisogno di andare fisicamente nello stabilimento balneare

Nel savonese una nuova app per prenotare il posto in spiaggia. Schiappapietra (Balneari): "Aiuterà a diminuire il rischio"

Una nuova app per la postazione in spiaggia. A comunicarlo ai microfoni di Radio Onda Ligure è il presidente regionale del Silb Enrico Schiappapietra.

"Verrà presentata fra qualche settimana, lanceremo questa applicazione e da remoto si potrà prenotare il posto ombrellone e spiaggia senza bisogno di andare fisicamente. Molto comodo in questa pandemia nel quale meno contatti si hanno e più certezze su dove andare, come fare, qual è la postazione, tutto aiuta a diminuire il rischio. Anche noi vi faremo prendere il telefono per farvi prenotare il mare" ha spiegato Schiappapietra.

A Genova lo scorso anno era nata “SpiaggiaTi” la app per le spiagge libere che nel savonese era utilizzabile ad Alassio per la Beach Luca Ferrari. Realizzata da una start-up fondata da due genovesi, Giacomo Porcile e Alberto Mazzuoli, insieme a due partner stranieri, è scaricabile per i dispositivi Android e Apple. Niente prenotazione però ma controllo degli ingressi e del distanziamento sociale.

In un passaggio dell'intervista radiofonica il rappresentante del sindacato italiano balneari si è concentrato sull'estate che verrà, con l'auspicio che il Covid regredisca come avvenuto nella scorsa stagione estiva.

"L'anno scorso abbiamo avuto fortunatamente un'estate sicura, negli stabilimenti balneari non ci sono stati casi di chiusure legate al problema del Covid. Siamo stati attenti e severi nell'applicazione delle norme, delle distanze, la sanificazione, questo ci ha premiato permettendoci di fare un'estate quasi normale. Speriamo di poterci ripetere quest'anno" ha proseguito il rappresentante savonese del Silb.

"Abbiamo riprogrammato le aperture più avanti, normalmente i primi stabilimenti erano pronti a partire, operativi per la Pasqua, crediamo che ora sia troppo presto, il nostro traguardo è il mese di maggio confidiamo che in 3 mesi i numeri siano in calando. L'esperienza dello scorso anno ci ha insegnato che il virus in estate ci ha dato un po' di tranquillità" ha concluso Enrico Schiappapietra.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium