Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Loano

 / Attualità

Attualità | 29 luglio 2021, 16:40

Rilancio della filiera delle rinfuse e futuro delle Funivie, i sindacati: "Molto male l'assenza del comune di Cairo Montenotte"

Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato quest'oggi gli esponenti di Regione, Provincia e Autorità di Sistema Portuale

Rilancio della filiera delle rinfuse e futuro delle Funivie, i sindacati: "Molto male l'assenza del comune di Cairo Montenotte"

"Oggi ci siamo incontrati con la Regione Liguria, assessori Benveduti e Berrino, il Comune e la Provincia di Savona e l’Autorità di Sistema Portuale sulla base di una richiesta inoltrata da Cgil, Cisl e Uil di Savona, a fronte della costruzione da parte del sindacato confederale savonese di una proposta di rilancio e costituzione di un hub logistico territoriale delle rinfuse. Tre i nodi importanti da sciogliere: il ripristino dell’infrastruttura, la salvaguardia occupazionale ed il rilancio della stessa nell’ambito di un sistema integrato di gestione e trasporto delle merci". Così, attraverso una nota stampa, le segreterie savonesi di Cgil, Cisl e Uil.

"Le rinfuse solide e la loro logistica sono la base dell’industria manifatturiera strategica di base, e quindi un’esigenza irrinunciabile del sistema Paese da cui non si può pensare di escluderle - proseguono dai sindacati - la loro movimentazione è spesso ancora condotta con metodi ambientalmente non ottimali sia in fase di sbarco che soprattutto di stoccaggio e di trasporto a destino con le relative inefficienze. La situazione di crisi che si è prodotta su Funivie può generare una grande opportunità a tutto il territorio per dare a questo comparto una risposta moderna in termini ambientali: gli elementi che rendono possibile questa opportunità in gran parte già esistono e sono il frutto degli investimenti che lo Stato e la Regione Liguria hanno condotto nel periodo 1998-2004 con l’investimento straordinario del tunnel sottomarino".

"La possibilità di dar vita ad un sistema in cui tutto il processo sia concentrato ed attuato in un sistema logistico integrato tra porto (Alti fondali del porto di Savona con accosto per grandi navi con connessione diretta alla linea funiviaria e punto di carico treni), parco di stoccaggio (Bragno – Cairo Montenotte oltre 120 mila mq disponibili già oggi ) e trasporti (Ferrovia Savona – san Giuseppe di Cairo via Ferrania – già esistente con due possibili linee di inoltro – Torino e Alessandria ) – e per mezzo della rete Funiviaria (che già oggi collega direttamente l’impianto portuale ai parchi di stoccaggio di Bragno ) utilizzando sempre meno il trasporto su della gomma anche per evitare di peggiorare le condizioni della Provinciale del Cadibona, rappresenta la soluzione di un problema di tipo occupazionale e realizza un sistema ambientalmente corretto a servizio del Paese con la specializzazione in rinfuse solide del porto di Savona nell’ambito del sistema portuale del Mar Ligure Occidentale. Unico in Italia e in Europa".

"Questa specializzazione renderebbe possibile un collegamento continuo via ferro del porto di Savona con il suo retroporto naturale della Val Bormida al servizio anche di altre tipologie di merci integrato con la storica linea Funiviaria. Gli oneri per la realizzazione di questo sistema la costituzione di un hub – logistico (aggiornamento funivia, sistema ferroviario e adeguamento parchi) costituiscono un investimento sia sul piano ambientale che su un efficiente e competitivo servizio logistico da fornire all’industria ripagherebbero ampiamente questo sforzo del pubblico. Sulle questioni che riguardano il sostegno al reddito dei lavoratori. Bene, benissimo l’interessamento della politica locale e dei parlamentari soprattutto degli onorevoli Ripamonti e Paita ma è necessario passare dagli emendamenti ai fatti. Denunciamo dal mese di febbraio quanto sia necessario costruire le condizioni normative per permettere di avere la proroga della cassa integrazione che scade a fine ottobre. Abbiamo chiesto ed ottenuto l’impegno degli assessori regionali presenti, che ringraziamo, ad attenzionare i vari aspetti della vertenza nonché l’interessamento degli enti presenti a dare continuità a quanto discusso questo pomeriggio".

"L’impegno della Regione Liguria per poter dare continuità e sviluppo all'infrastruttura e al comparto si concentrerà sull'obbiettivo di poter presentare al più presto ai ministeri competenti un progetto condiviso e sostenuto dal territorio e un sollecito intervento sulle questioni dedicate agli ammortizzatori sociali" concludono infine le organizzazioni sindacali.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium