/ Cronaca

Cronaca | 22 settembre 2021, 09:00

Lotta ai "furbetti del porta a porta": la situazione in Val Bormida

La nostra redazione ha contattato alcuni sindaci valligiani per fare il punto della situazione

Foto repertorio

Foto repertorio

Abbandono irregolare di rifiuti: continua senza sosta la lotta ai "furbetti del porta a porta". Aumentato a dismisura con l'introduzione del sistema di raccolta differenziata, tale fenomeno, nell'ultimo periodo, ha avuto una leggera flessione grazie all'aumento dei controlli e delle sanzioni. La battaglia però, come spiegato da alcuni amministratori della Val Bormida, resta ancora da vincere.

"Abbiamo posizionato delle foto-trappole - spiega il sindaco di Cosseria Roberto Molinaro - Negli ultimi mesi gli abbandoni sono diminuiti, occorre però presidiare il territorio, le strade e i boschi in prossimità delle arterie provinciali e comunali. Bisogna sensibilizzare la cittadinanza: disfarsi dei rifiuti in questa maniera provoca un forte aumento dell'inquinamento ambientale che potrebbe ripercuotersi in futuro sulla salute". 

"Rispetto agli anni scorsi abbiamo avuto un netto calo - commenta il primo cittadino di Roccavignale Amedeo Fracchia - Le sanzioni hanno contribuito nel fermare tale fenomeno. Ora resta il problema del conferimento dei rifiuti, quelli veri, all'interno dei bidoni, poiché nonostante il 65-70% di differenziata, riscontriamo ancora errori grossolani". 

Criticità anche a Millesimo, come sottolinea il sindaco Aldo Picalli: "Avendo ancora i cassonetti liberi, il numero di abbandoni è alto. I bidoni con la chiave saranno operativi dal mese di ottobre. Stiamo sanzionando parecchio perché arrivano auto da tutti i comuni limitrofi. Lasciano nei cassonetti materiale non autorizzato (anche fuori dai contenitori) e poi si allontanano". 

Situazione più tranquilla a Carcare: "In questo periodo non abbiamo riscontrato grosse criticità. Grazie alle sanzioni fatte in passato e ai controlli serrati della polizia locale, la situazione è sotto controllo" commenta il primo cittadino Christian De Vecchi.  

"Purtroppo riscontriamo abbandoni qua e là. Quando troviamo i responsabili li sanzioniamo - spiega il sindaco Paolo Lambertini - Si tratta di un problema grave che stiamo cercando di risolvere, anche attraverso il potenziamento della videosorveglianza". 

Soliti abbandoni anche a Dego, forse leggermente in calo, fanno sapere dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Siri. Intanto, domenica 26 settembre, la Verallia ha organizzato una giornata dedicata alla cura dell'ambiente mirata alla pulizia del paese (centro e periferia). Le iscrizioni sono chiuse. Prima di iniziare sarà fornito un kit per la pulizia e una magliette. La colazione e il rinfresco finale verranno offerti. 

Graziano De Valle

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium