/ Sanità

Sanità | 01 dicembre 2021, 09:30

Savona, boom di vaccinazioni al Palacrociere per l'open Day: code quasi come in estate

Situazione stabile per i ricoveri Covid negli ospedali. Damonte Prioli (Asl2): "Stiamo reggendo, per il San Paolo consideriamo la fine di questa settimana e l'inizio della prossima per capire l'andamento, abbiamo già comunque pronto il piano aziendale"

Savona, boom di vaccinazioni al Palacrociere per l'open Day: code quasi come in estate

In tanti sia nella giornata di ieri che da questa mattina sono in coda al centro vaccinale del Palacrociere di Savona. In molti infatti hanno approfittato delle giornate di open day senza prenotazione per presentarsi e ricevere la terza dose del vaccino anti Covid (si è presentato anche chi doveva ricevere la prima e la seconda dose), cancellando quella già prenotata a distanza di sei mesi accorciando così a 5.

Ieri 1100 sono state le dosi somministrate sotto la Torretta per un totale di 2700 tra tutti gli hub della provincia con la paura per la variante Omicron che ha preso il sopravvento e in alcuni momenti della giornata l'affluenza è stata veramente da record quasi come già avvenuto quest'estate.

Nel frattempo la situazione negli ospedali del savonese rimane stabile, 31 i ricoverati e 4 in terapia intensiva con l'Asl2 che da una settimana avviato le operazioni di riconversione dei reparti di Rianimazione e Malattie Infettive del Santa Maria di Misericordia di Albenga in reparti Covid.

"Per adesso stiamo ancora reggendo, abbiamo predisposto Albenga e siamo pronti ad un eventuale aumento dei casi. Al momento i ricoveri hanno pareggiato i dimessi, la situazione è stabile - il commento del direttore generale dell'Asl2 Marco Damonte Prioli - Per il San Paolo consideriamo la fine di questa settimana e l'inizio della prossima per capire l'andamento, abbiamo già comunque pronto il piano aziendale che speriamo di non dover mettere in atto. Se i ricoveri non aumentano l'assetto rimane quello attuale".

La campagna vaccinale comunque prosegue a spron battuto e dalle 12.00 di oggi, mercoledì 1 dicembre, attraverso tutti i canali (online su prenotovaccino.regione.liguria.it, presso sportelli Cup di Asl/Aziende ospedaliere, le farmacie che effettuano il servizio Cup, il numero verde 800 938 818) anche la fascia tra i 18 e i 39 anni potrà accedere, così come già accade per gli over 40, alle prenotazioni per effettuare la terza dose, che verrà automaticamente programmata dopo almeno 150 giorni (5 mesi) dal completamento del ciclo con la seconda dose o con la monodose nel caso del vaccino Johnson&Johnson, come da indicazioni del ministero della Salute.

Sempre da oggi sarà possibile accedere senza prenotazione alle linee dedicate nei diversi hub della regione ma soltanto per chi deve effettuare la prima dose oppure per le categorie per cui è previsto l’obbligo vaccinale che devono effettuare le terze dosi (sanitari anche amministrativi, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia compresa quella penitenziaria, personale del soccorso pubblico). Per tutti gli altri cittadini che devono ricevere la dose booster sarà invece necessario effettuare la prenotazione attraverso i canali dedicati.

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium