/ Solidarietà

Solidarietà | 25 dicembre 2021, 15:43

Finale, il pranzo di Natale per le persone anziane, in difficoltà o sole a cura di "Noi per Voi"

L'associazione da diverso tempo porta avanti progetti rivolti a sottolineare l'importanza del cibo come veicolo di socialità e inclusione, come per "Non da soli, non solo cibo"

Finale, il pranzo di Natale per le persone anziane, in difficoltà o sole a cura di "Noi per Voi"

Se esistesse un sinonimo non cattolico di Natale sarebbe sicuramente una parola il cui significato non si allontanerebbe molto da quello di compagnia, condivisione, convivialità. Ovviamente il tutto legato indissolubilmente all'immagine di lauti pranzi o cene su rosseggianti tovaglie imbandite a feste.

Non per tutti però la natività di Nostro Signore ha questo sapore. E ne sono ben consci i volontari dell'associazione finalese "Noi per Voi", ormai da anni impegnati sul territorio, dapprima finalese poi nel corso del tempo anche più ponentino, seppur di poco, con un fil rouge che lega tutte le loro iniziative, sia che esse vengano svolte nella loro sede, sia che si tratti di muoversi verso i loro "assistiti": sottolineare l'importanza del cibo come veicolo di socialità e inclusione.

E' il caso di quanto accaduto quest'oggi, dove i volontari, coadiuvati dal personale dello sportello del Maggiordomo di Quartiere di Finale, hanno consegnato circa 25 pasti completi di antipasti, un primo a base di salmone, brasato al vino rosso e dolce: questo il menu preparato nella cucina di Finalborgo e distribuito a persone anziane, in difficoltà o sole per il secondo anno consecutivo con la collaborazione del Comune finalese.

Quegli stessi soggetti che sono al centro dei "piani d'azione" dall'associazione, come per il progetto "Non da soli, non solo cibo", portato avanti insieme all'Auser di Pietra Ligure e aggiudicatario di un bando regionale che consente a diverse persone, in particolare quelle in età avanzata, di avvicinarsi tra di loro attraverso il cibo e costruire un rapporto per abbattere la solitudine, piaga aggravatasi in particolar maniera durante la pandemia.

Nei locali dell'associazione, nel pieno rispetto delle normative anti Contagio, dopo aver pranzato insieme le persone si ritrovano infatti il pomeriggio a svolgere attività ludico ricreative col supporto della ludoteca 0-99 anni.

Un impegno "in loco" affiancato anche a quello in esterna, coi pasti gratuiti distribuiti a 11 persone da Pietra a Noli passando per Finale e Orco Feglino due volte a settimana nell'ambito dei servizi programmati dal Distretto Socio Sanitario numero 5 del Finalese.

Mattia Pastorino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium