/ Al Direttore

Al Direttore | 25 marzo 2023, 11:24

"Riposizionare i cannoni sul Priamar". La proposta dell'ingegner Forzano al sindaco Russo

Si tratta di undici pezzi ora abbandonati sotto alla Fortezza: "Allo scopo sia storico che di attrazione turistica". Ma non solo: "Ripristinare il baluardo San Francesco"

"Riposizionare i cannoni sul Priamar". La proposta dell'ingegner Forzano al sindaco Russo

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera firmata dall'ingegner Paolo Forzano indirizzata al sindaco di Savona Marco Russo su un tema che sta facendo discutere nella Città della Torretta: un eventuale riposizionamento dei cannoni "monumentali" del Priamar.

"Signor Sindaco di Savona Marco Russo
recentemente ho ricordato una ricerca che feci nel 2015 sui cannoni e che pubblicai in quell'anno.

Ci sono 11 cannoni abbandonati in una galleria ferroviaria sotto al Priamar più altri ancora cementati nei moli come bitte. La mia proposta era ed è quella di rimettere almeno questi 11 cannoni, che sono disponibili senza opere di estrazione, sul Priamar allo scopo sia storico che di attrazione turistica.

Questa opera avrebbe un costo modesto: realizzare la base per l'affusto e spostare e posizionare i cannoni nella loro sede.

Ma vorrei anche riproporre un'altra mia ipotesi che riguarda la zona a ponente del Priamar, questa risale a 12 anni fa: 2012. Le propongo questa idea in quanto il Comune ha vinto un concorso per un finanziamento di 1.850.000 euro a valere sul PNRR che dovrà essere cofinanziato con risorse proprie del Comune per 150 mila euro per il recupero dell'edificio della piscina in disuso, ed allora questa è l'opportunità per fare un'opera più importante per la città!

Il progetto prevede la realizzazione di uno spazio che mantenga la destinazione d’uso sportiva pur rinunciando ad un utilizzo legato alla pratica degli sport natatori, quindi, di fatto, rinunciando a mantenere la vasca. L'edificio da restaurare è totalmente avulso dal contesto del Priamar, ed a parer mio e di tanti altri savonesi, sarebbe da demolire per ripristinare quella parte di Priamar come in passato. Va da se che dovrebbero anche essere abbattute quelle casette e quei capannoni che, anche loro, non hanno ragione di essere lì.

Io mi sono spinto, nel 2012, a proporre anche l'abbattimento dell'asilo infantile a ridosso del Priamar, ed allo scavo per far riemergere le fortificazione basse. Il tutto per ridare respiro e visibilità alla fortezza. Le fortificazioni basse potrebbero essere utilizzate come giardino ed attraversate da percorsi pedonali.

I volumi che si creerebbero con il ripristino del "baluardo San Francesco" ed i volumi al di sotto della passeggiata Trento e Trieste sarebbero da utilizzarsi in parte per l'asilo infantile, ed in parte per quelle funzioni di centro di aggregazione giovanile che offra spazi da dedicare allo sport, ma anche alla cultura e al divertimento che prevede il progetto di recupero approvato.

Signor sindaco, siamo ancora in tempo?".

Lettera firmata

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A FEBBRAIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

WhatsApp Segui il canale di SavonaNews.it su WhatsApp ISCRIVITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium