/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 05 novembre 2013, 13:31

Savona, shock a San Giuseppe: i soldi per la Madonna degli Angeli non ci sono più

Il nuovo parroco dell'Oltreletimbro, don Riccardo, spiega ai fedeli durante la messa: "24.000 euro donati in sette anni usati per la gestione ordinaria della parrocchia"

La chiesetta della Madonna degli Angeli

La chiesetta della Madonna degli Angeli

Lo aveva annunciato la settimana prima: "Nelle messe di sabato e domenica prossimi farò delle comunicazioni che riguardano la Madonna degli Angeli, precisamente la gestione economica. Comunicazioni per me scomode, ma ritengo mio dovere fare chiarezza". E così è stato. Nelle due messe del weekend appena trascorso don Riccardo Di Gennaro, da poco titolare della parrocchia di San Giuseppe a Savona, ha spiegato ai fedeli che non potrà far fronte agli impegni presi dal suo predecessore nei confronti di chi ha donato soldi per il restauro della Madonna degli Angeli: quei soldi non ci sono più.

Si tratta di circa 24.000 euro, raccolti in sette anni nel corso di varie collette promosse dalla parrocchia, con lo scopo proprio di ripristinare la chiesetta costruita dal frate cappuccino Giovanni Pavese nel 1600. Parecchi soldi, che sono solo la punta dell'iceberg di una mobilitazione imponente, che ha coinvolto l'Associazione Genitori Parco delle Nazioni, l'Associazione Nazionale Alpini, l'AIB Savona ed il Comune.

Qualche voce che fossero "spariti" già circolava nella zona di Piazza Martiri. In chiesa era sempre presente l'elenco dei donatori, quelli almeno che non avevano voluto rimanere anonimi: ma i lavori non proseguivano. E qualcuno chiedeva al nuovo parroco che fine avessero fatto i soldi. Don Riccardo, subentrato il 28 settembre a Don Giuseppe Militello, per 14 anni parroco dell'Oltreletimbro e ora trasferito a Finalmarina, ha voluto così fare chiarezza pubblicamente. In primis "scagionando" il suo predecessore: "I soldi non ci sono più, ma non sono 'spariti'. Sono stati utilizzati per la gestione ordinaria della parrocchia".

Bollette, quindi. Lavori. Certo non crociere. Il problema è che si trattava di donazioni specifiche per il restauro di quello che nel 2012 è stato il Luogo del Cuore più votato in Liguria, e il 17° a livello nazionale. Più di 13.000 segnalazioni, un risultato frutto del lavoro e della passione di tanti: negli anni sono state promosse ripetute collette, sono arrivate donazioni anche ingenti di singoli privati, sono state attivate raccolte di firme, sono stati coinvolti assessori comunali e regionali.

Ed ora qualche donatore, qualche comitato potrebbero "chiedere il conto". Quei soldi dovevano riportare al primitivo splendore la chiesetta che sulle pendici del monte Ornato, a 165 metri sul livello del mare, permette una delle viste più belle di tutta la città, spaziando dal borgo di Lavagnola fino alla costa verso Genova e verso Bergeggi.

Quello scopo è stato cambiato. Senz'altro per necessità, ma probabilmente sarebbe stato meglio comunicarlo per tempo. Il problema, ha poi spiegato don Riccardo, è che la parrocchia non ha la forza economica di rimediare a quell'errore: "Quando sono arrivato il conto in banca aveva un saldo di 1800 euro. Non ho la possibilità di far fronte nemmeno alla gestione ordinaria, ci sono bollette da 13.000 euro. In passato si è dovuti persino ricorrere a dei prestiti per poter andare avanti. E' evidente che c'è un problema nella gestione. Ora dovrò provvedere a una profonda riorganizzazione della struttura, anche con misure estreme, ad esempio mantenendo per la parrocchia solo alcuni locali alienandone altri. Ad oggi non possiamo nemmeno accendere il riscaldamento".

Una situazione critica, quindi. Alcuni fedeli, toccati dalle parole del nuovo parroco, stanno già pensando a come raccogliere fondi per aiutare la chiesa a superare il momento difficile. Sperando che non accada come per i 24.000 euro destinati alla Madonna degli Angeli.

Andrea Chiovelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium