/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 27 agosto 2014, 08:47

Quando la Costa Azzurra può e deve essere un modello turistico

Nonostante la crisi ed il maltempo Mentone, Nizza, Antibes, Cannes ed anche i borghi dell'entroterra vincono e convincono i turisti

Il maltempo quest"anno ha colpito duramente, unito alla crisi economica, la  stagione turistica estiva.

Alberghi semi-vuoti, stabilimenti balneari con più ombrelloni chiusi che aperti, ristoranti che certi giorni, a mala pena, hanno riempito i tavoli del primo turno.

Basta però spostarsi di appena ottanta chilometri e sembra di approdare in un'altra realtà: la Costa Azzurra. 

Complice un clima più favorevole, il calo turistico sembra non esserci quasi stato, o comunque in maniera più contenuta.

Ma cosa offre di più ai turisti la confinante Francia? In primis moltissime spiagge libere, gratis quindi, e pulite, con spesso docce, bagni e cabine dove cambiarsi. La disciplina circa il commercio abusivo in spiaggia è molto più stringente, quindi non si viene "importunati" ogni cinque secondi da vu cumpra e massaggiatori.

Ma solo questo? A giudicare dall'affollamento dei centri cittadini a qualsiasi ora sembrerebbe di no.

Sicuramente una delle attrazioni principali per turisti e stranieri sono i mercati coperti, dove è possibile acquistare di tutto, dalla frutta ai prodotti tipici. 

E poi musicisti di livello che suonano il piano, ad esempio,  in strada,  cosi come spettacoli di danza capoeira in pieno centro cittadino. 

Cosa cercano dunque i turisti? Spiagge tranquille e pulite, città vive e pulsanti. Banalità, penseranno molti, ma che la Liguria purtroppo spesso non offre.

E allora perché non cercare di replicare ad adattare alla nostra realtà un modello che vicino a noi funziona con successo? 

Il nostro compito, come giornalisti, non è fornire le soluzioni, quello spetta ai politici e governanti, ma osservare la realtà e cercare di porre le domande inespresse dei cittadini. A chi guarda dall"alto della torre il compito di fornire risposte. 

C.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore