/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 21 febbraio 2016, 08:00

"Rete a Sinistra" dice no al porto della Margonara di Savona: "Il Comune intraprenda anche azioni legali contro il progetto"

"Il progetto unitario, su cui sono tenuti ad esprimersi i vari soggetti convocati in Conferenza di Servizi, dalle pubbliche dichiarazioni del Sindaco di Albisola Mare, peraltro risulta in contrasto alla pianificazione urbanistica vigente sul territorio albisolese"

"Rete a Sinistra" dice no al porto della Margonara di Savona: "Il Comune intraprenda anche azioni legali contro il progetto"

No al porto turistico della “Margonara” di Savona: è questa la richiesta avanzata da “Rete a Sinistra” che ha presentato uno specifico ordine del giorno. 

Di seguito riportiamo integralmente le premesse del documento, con il quale Sergio Acquilino e Franco Zunino chiedono al sindaco Federico Berruti e alla giunta comunale di:”intraprendere tutte le azioni, comprese quelle di natura legale, per contrastare il progetto di porto turistico in località Margonara”.

Premesso che la Giunta Comunale con propria deliberazione n. 34 dell' 11 febbraio 2016 avente ad oggetto “Atto di indirizzo relativo alla determinazione da assumere in sede di conferenza di servizi relativa al progetto Porto Turistico della Margonara. Riapertura della procedurali cui al D.P.R. 509/97 in esecuzione del disposto della sentenza del Consiglio di Stato 4545/2015” ha, tra l'altro, deliberato:

–                    di rappresentare formalmente in sede di Conferenza di Servizi, tenutasi il giorno 12 febbraio u.s., una lunga serie di criticità procedimentali e carenze documentali evidenziate nella relazione del Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale , allegata alla stessa delibera, tra cui:

–                    la mancata pubblicazione ai sensi dell'art. 4 del DPR 509/97 della soluzione progettuale;

–                    la mancata convocazione e di conseguente acquisizione sulk progetto preliminare della Soprintendenza per i Beni Ambientali della Liguria unitamente alla Soprintendenza per i beni Archeologici, come prevederebbe il DPR  509/97;

–                    la presentazione formale degli elaborati progettuali in data successiva alla convocazione della Conferenza di Servizi, documentazione peraltro priva di sottoscrizione sia del proponente che di tecnico abilitato;

–                    l'inadeguatezza della soluzione progettuale rispetto al disposto del DM 14/04/1998,

–                    la mancanza di un quadro di raffronto rispetto alla soluzione progettuale esaminata dal Consiglio Comunale in data 2 dicembre 2008 che possa permettere al consiglio comunale di esprimersi motivatamente su un progetto fortemente diverso da quello in precedenza valutato.

–                    di riservarsi in caso di mancato accoglimento di un differimento dei termini e quindi di una conclusione del procedimento in sede di Conferenza di Servizi, di attivare ogni azione legale a tutela degli interessi della collettività

tenuto conto che il progetto unitario su cui sono tenuti ad esprimersi i vari soggetti convocati in Conferenza di Servizi, dalle pubbliche dichiarazioni del Sindaco di Albisola Mare,  peraltro risulta in contrasto alla pianificazione urbanistica vigente sul territorio albisolese

Tenuto conto altresì che nel documento “Linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare nel corso del mandato” presentato dal Sindaco nel Consiglio Comunale del 30 giugno 2011, coerentemente con quanto concordato dalle forze politiche che sostengono la maggioranza consiliare, si legge “consideriamo superato il progetto di porto turistico alla Margonara”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium