/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 11 gennaio 2017, 10:15

Toirano coniuga letteratura e arti figurative

Presentazione del romanzo “La seconda vita” di Maurizio Pupi Bracali e inaugurazione di “Acquarellando” di Giannina Caffa, sabato alle 16.30 in sala consiliare

Toirano coniuga letteratura e arti figurative

“Doppia presentazione” questo sabato, in Comune a Toirano, per un interessante esperimento che coniuga letteratura e arti figurative: sabato 14 gennaio alle ore 16,30, infatti, nella sala consiliare di Via Parodi, 31, si terrà la presentazione del romanzo giallo ambientato nel ponente savonese “La seconda vita”, (Edizioni del Delfino Moro) dello scrittore cerialese Maurizio Pupi Bracali in concomitanza dell’inaugurazione della mostra d’arte “Acquarellando” dell’acquarellista di Ceriale Giannina Caffa. La pittrice cerialese è anche autrice dei delicati acquarelli sulle copertine dei libri di Bracali e, in questa occasione, anche alcune delle opere usate per illustrare questi romanzi saranno presenti nella mostra nella loro forma originale.

Nel corso dell’evento, voluto e organizzato a cura della Biblioteca Civica B. E. Maineri di Toirano, Bracali e Caffa saranno intervistati da Roberto Alfredo Oliva, apprezzato fotografo e curatore di mostre, mentre Nicola Panizza leggerà alcune pagine dell’undicesimo romanzo dell’autore cerialese che ancora una volta vede l’ormai noto ai lettori ispettore Calcagno alle prese con una doppia e spinosa inchiesta ambientata tra i borghi del nostro entroterra e quelli costieri.

Coadiuvato dal collega e amico ispettore Rossetti, l’indisciplinato e ironico Calcagno cercherà di risolvere l’indagine che si snoda nelle pagine del libro tra realtà e fantasia e tra il dramma e l’umorismo.

Giannina Caffa, autrice della mostra “Acquarellando” in queste piccole opere, semplici ma non semplicistiche, rivendica, appunto, il ruolo della semplicità nella vita dell’uomo rifacendosi, pur in una visione di ciò che ci circonda abitualmente nella nostra Riviera Ligure come le agavi protese verso il mare, le chiese, i pini marittimi e gli scorci dei suggestivi borghi ponentini, a forme artistiche di provenienza orientale di sapore naturalistico. Rare sono le presenze umane in questi dipinti, raffiguranti per lo più espressioni della natura circostante con delicatezza e partecipazione. L’esposizione resterà in visione nella Biblioteca Civica di Toirano B. E. Maineri fino alla fine di gennaio.

L’incontro con Bracali e Caffa è il primo appuntamento per il 2017 nell’ambito di un nutritissimo calendario della biblioteca toiranese, che ha visto negli scorsi mesi esporre apprezzati fotografi dei comprensori Pietrese e Finalese come Virginio Bottaro e Carlo Lovisolo. Oltre a loro, nella rassegna di Toirano ha esposto l’artista d’avanguardia Luca Del Sordo e si è tenuta la presentazione di “Dormono sulla collina”, saggio dedicato all’antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters a cura di Marinella Fanesi (anch’esso pubblicato dalle Edizioni del Delfino Moro, come i romanzi di Bracali).

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore