/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 24 luglio 2018, 07:38

Savona: si chiude la stagione de “L’amore non muore mai”

Sabato 28 luglio (ore 21) al Priamar con una serata che è una vera e propria festa: concerto, brindisi e fuochi artificiali

Savona: si chiude la stagione de “L’amore non muore mai”

La stagione estiva 2018 dell’Opera Giocosa, dal titolo “L’amore non muore mai” si chiude sabato 28 luglio (ore 21) al Priamar con una serata che è una vera e propria festa: concerto, brindisi e fuochi artificiali. Dopo il successo del prima Masterclass del soprano Renata Scotto e della “Vedova allegra”, si cambia genere con la prima assoluta del concerto That’s amore, dedicato ai duetti d’amore: da Mozart a Piazzolla e Gershwin, ai musical più famosi, come Cats e Il fantasma dell’Opera, fino a Leonard Cohen.

Ne sono interpreti l’Ensemble Dodecacellos con le voci soliste di Matteo Peirone (basso) e Linda Campanella (soprano). Il progetto è una nuova produzione che, grazie alla versatilità dell’inedito ensemble, esplora con elegante disinvoltura repertori diversi della storia musicale italiana e americana, compiendo salti cronologici, frutto di sorprendenti ma motivate associazioni. “Ci metteremo in viaggio – dichiarano Peirone e Campanella – con la classicità di Mozart, il languore di Tosti e il virtuosismo di Benedict, sorrideremo con Fred Buscaglione, spiegheremo le vele con i suoni di Piazzolla, le storie torbide e intense di Hijo de luna e Alfonsina, ci commuoveremo con le melodie di The last man of my life e Hallelujah, ritorneremo al porto con Lloyd-Webber, l’inquietante e gotica atmosfera del Fantasma dell’Opera e la sublime nostalgia di Memory”.

 La serata si conclude con un brindisi e lo spettacolo ulteriore offerto dai fuochi d’artificio, tradizionale appuntamento savonese dell’ultimo sabato di luglio, spettacolo pirotecnico di cui si gode un’eccellente visione dalla cittadella della fortezza, ultimo scampolo di città affacciato sul mare.

 La Stagione, diretta da Giovanni Di Stefano, è stata realizzata con il contributo del MiBACT – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e della Regione Liguria – Assessorato alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e culturali, con il sostegno della Fondazione De Mari e la sponsorizzazione principale di IREN, la multiutility che a Savona gestisce i servizi idrici e la vendita di gas ed energia elettrica. Tra le istituzioni vicine all’Opera Giocosa, il Comune di Savona merita un’attenzione particolare, perché a causa della condizione di predissesto finanziario in cui versa, si è adoperato per trovare la quota di finanziamento necessaria alla sopravvivenza dell’Opera Giocosa, ente tenuto per legge a coprire il 40 % del finanziamento statale con entrate provenienti dagli enti pubblici del territorio. Tra gli sponsor che per primi hanno risposto all’appello figurano Costa Crociere, Camera di Commercio Riviere di Liguria e Unione Industriali di Savona.

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium