/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 10 ottobre 2018, 17:18

Arriva il maltempo ad Albenga si temono gli allagamenti. Assessore Passino: "Coc attivo da questa notte"

Cittadini segnalano particolari situazioni sul Carenda. Il consigliere Ciangherotti fa un sopralluogo per accertare la situazione. Minoranza chiede interventi a Lusignano. Assessore Tomatis: "In questi anni siamo intervenuti sulla pulizia di fiumi e rii come non era mai stato fatto prima"

Arriva il maltempo ad Albenga si temono gli allagamenti. Assessore Passino: "Coc attivo da questa notte"

Si avvicina il maltempo e sta per scattare l’allerta arancione a causa dei forti temporali in arrivo nel savonese.

La preoccupazione, specie per quelle località che a causa delle alluvioni hanno già subito forti danni, è quella che gli acquazzoni possano essere talmente violenti da non permettere al terreno di assorbire adeguatamente il flusso d’acqua e allagare strade, aziende agricole, beni pubblici e privati.

Le amministrazioni comunale in questi anni, e da quel drammatico novembre 2016, hanno cercato di investire in prevenzione occupandosi della pulizia di rii e torrenti.

Tra i comuni più colpiti in quell’occasione anche Albenga. Ma in queste ore di particolare preoccupazione molti si chiedono se è stato fatto abbastanza e se ci si possa sentire al riparo da eventuali nuove alluvioni.

“Siamo preoccupati per il rio Carenda e per i rii a Campochiesa.” affermano alcuni cittadini che segnalano attraverso fotografie alcune situazioni particolari.

A raccogliere le segnalazioni dei cittadini e ad effettuare un sopralluogo sul posto il consigliere Ciangherotti che, per quel che riguarda la pulizia dei rii sottolinea: "Oggi ho fatto un sopralluogo, in vista dell'imminente allerta arancione diramata per la giornata di domani, e ho trovato la situazione come in allegato. La pulizia del rio è cominciata a monte, molto a monte, tanto che a valle sono già pronti i tappi che domani potrebbero far allagare la zona. Deve proprio funzionare così?"

Afferma sul punto il vicesindaco Tomatis: “La nostra amministrazione ha cercato di fare molto per la pulizia di rii e canali, gli ultimi interventi rilevanti sono stati ad esempio in via del Cristo e in viale dell’Agricoltura, ma molto abbiamo fatto per la pulizia del letto del Centa e i rii principali. Ci siamo attivati anche per la pulizia di canalette e tombini. Purtroppo in questa stagione le foglie rappresentano un problema e spesso ostruiscono le caditoie. Nonostante questo la Sat ci ha garantito la massima disponibilità anche in emergenza. “

“Purtroppo - conclude Tomatis – i fenomeni meteorologici che si verificano sono sempre più intensi. Non ci troviamo di fronte a piogge normali, ma a vere e proprie bombe d’acqua e contro queste è difficile poter fare qualcosa, l’acqua, infatti, spesso direttamente dalle chiusette.”

Proprio per far fronte all’allerta meteo e alle eventuali emergenze sarà attivato ad Albenga il COC.

Afferma l’Assessore Alberto Passino: “Saremo attivi sul territorio. Il Coc sarà attivato e la polizia locale presidierà i punti più critici della città. I sottopassi verranno chiusi qualora vi fosse tale necessità e la Protezione Civile girerà per il territorio”.

Timori, oltre che le eventuali esondazioni dei rii anche per quel che concerne la regimazione delle acque piovane.

Diverse sono le zone di Albenga allagate ad ogni pioggia. Lusignano, ma anche viale Che Guevara, viale dell'Agricoltura, via del Cristo e non solo.

Sebbene arginare le "bombe d'acqua" e il loro effetto devastante probabilmente non è possibile su alcune situazioni si richiede un intervento ragicale all'amministrazione.

Ad esempioparticolari problematiche in caso di pioggia sono state più volte segnalate anche a Lusignano sulla Strada Provinciale 6.

 E proprio su questa situazione i consiglieri di minoranza presentano una mozione per la risoluzione del grave problema degli scarichi idrici delle acque piovane di Via Rusineo sulla Strada Provinciale N. 6 Albenga - Casanova - Passo Cesio.

Afferma la minoranza consigliare presentando una interrogazione sul punto: "Chiediamo che il Sindaco e la Giunta Comunale vengano impegnati ad intervenire al fine di garantire il corretto deflusso delle acque meteoriche realizzando una nuova regimazione delle avendo particolare cura di realizzare una adeguata e sufficientemente ampia griglia di raccolta al termine di Via Rusineo all'innesto della Strada Provinciale".

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium