/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 17 ottobre 2018, 15:58

A Villanova d'Albenga per imparare la rianimazione cardiopolmonare (FOTO e VIDEO)

Nell’ambito di Viva, la settimana per la Rianimazione cardiopolmonare, gli atleti dell’Atletica San Giorgio di Ceriale hanno realizzato un video

A Villanova d'Albenga per imparare la rianimazione cardiopolmonare (FOTO e VIDEO)

Atleti in pista per salvare una vita. Allenamento particolare per i ragazzi dell’Atletica San Giorgio di Ceriale che nell’ambito di "VIVA, la Settimana per la rianimazione cardiopolmonare", promossa dall’Associazione IRC e dall’Ordine Professionale degli Infermieri, hanno realizzato un video in cui, attraverso la rappresentazione di una ideale corsa a staffetta, hanno presentato le azioni  fondamentali da attuare per salvare la vita di una persona in arresto cardiaco. 

Ogni atleta ha percorso un tratto della pista di atletica di Villanova d’Albenga simulando, a ogni passaggio del testimone, tutte le varie procedure di soccorso e di rianimazione attuate con l’ausilio di manichini messi a disposizione dalla Croce  Bianca di Albenga e di Villanova d’Albenga.

 Azioni come il controllo del respiro, la chiamata al 112, le procedure di rianimazione che possono essere  fatte da tutti anche dai giovanissimi, naturalmente seguendo anche le iscrizioni date al telefono dagli operatori del 112 e del 118 che vanno sempre contattati velocemente.  

Un’occasione in cui gli atleti hanno appreso informazioni importanti e in cui si sono messi con entusiasmo a disposizione per la realizzazione del video diffuso sui social per sensibilizzare tutti e far passare il messaggio dei volontari di Viva.

“In Italia sono 60.000 le persone che sono colpite ogni anno da arresto cardiaco – spiega Ilaria Colombo, infermiera professionale e volontaria di VIVA – Le possibilità di sopravvivenza raddoppiano se, prima dell’arrivo dell’ambulanza, iniziano le manovre di Rianimazione Cardiopolmonare. Intervenire immediatamente è fondamentale. Per questo promuoviamo i corsi e le iniziative che possano far conoscere a tutti come agire in questi casi sia con l’utilizzo del defibrillatore che con manovre manuali in attesa dei soccorsi, sempre in contatto con gli operatori del 112 e 118”. 

Per maggiori informazioni www.settimanaviva.it

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium