/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 16 dicembre 2018, 10:00

Ritorna il calendario di "Pulp in Valmaremola": la storia dell'arte come non l'avete mai vista (FOTO)

I mesi del nuovo anno scanditi da una serie di grandi classici reinterpretati, con simpatia ed entusiasmo, dal gruppo di amici residenti nell'entroterra pietrese: i proventi dell'iniziativa in beneficenza alla casa di riposo "Santo Spirito" di Pietra Ligure.

Ritorna il calendario di "Pulp in Valmaremola": la storia dell'arte come non l'avete mai vista (FOTO)

Dopo quello "sexy" relativo all'anno 2016 (che aveva addirittura richiamato le attenzioni di mamma Rai, intervenuta poi con la sede regionale per approfondire), torna il calendario targato "Pulp in Valmaremola". L'iniziativa a sfondo benefico per il 2019 (i cui proventi verranno destinati alla casa di riposo Santo Spirito di Pietra Ligure) non vedrà però i ragazzi del gruppo goliardico in versione senza veli come accaduto in passato: sarà infatti la cultura a scandire i mesi del nuovo lunario.

E così ecco una serie di grandi classici della storia dell'arte rivisitati in chiave "Pulp". "La Ragazza col turbante" (conosciuta anche come "Ragazza con l'orecchino di perla") di Vermeer, "Il giardiniere" di Van Gogh, "L'urlo" di Munch e tanti altri capolavori reinterpretati in prima persona con simpatia ed entusiasmo dagli amici residenti nell'entroterra pietrese.

Ad aprire la carrellata artistica sarà invece un altro grande remake: la copertina di Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band, album dei Beatles, riadattata con volti e nome di "Pulp in Valmaremola".

"Dopo il successo ottenuto con il calendario di qualche anno fa, questa volta ci riproviamo con una nuova idea - ha spiegato Marco, uno dei diversi protagonisti del progetto benefico - un modo per divertirci, ma allo stesso tempo renderci utili per una buona causa".

I calendari si possono acquistare, al costo di 10€ l'uno, a Pietra Ligure presso il "Bar Oasi", i ristoranti "Ciassa nova" e "Trattoria dei carruggi" e presso il "Banchetto di Piero": il primo ordine è già andato soldi out, in arrivo però nuove copie per soddisfare l'ampia richiesta. A tal proposito, è gradita la prenotazione.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium