/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 23 gennaio 2019, 07:16

Minacce e calci alla bici, Vittorio Brumotti aggredito a Milano: "Se torni domani sei morto"

Il biker ligure, nelle vesti di inviato di "Striscia la notizia", è tornato ad occuparsi della situazione relativa allo spaccio di droga: disavventura per lui in piazza Duca d'Aosta.

Minacce e calci alla bici, Vittorio Brumotti aggredito a Milano: "Se torni domani sei morto"

Vittorio Brumotti, nelle vesti di inviato di "Striscia la notizia", è tornato ad occuparsi della situazione relativa allo spaccio di droga in quel di Milano. Nel corso di un servizio girato nei giorni scorsi per il popolare tg satirico, il biker ligure è stato oggetto (come già accaduto in passato) di minacce e calci alla bicicletta sulla quale viaggiava.

Lo spiacevole episodio si è verificato in pieno giorno presso piazza Duca d'Aosta, laddove Brumotti e la sua troupe avevano individuato un gruppo di spacciatori: raggiunti dall'inviato di "Striscia" in sella alla sua due ruote, i pusher non hanno gradito e per risposta hanno cercato di colpire ripetutamente l'ospite indesiderato. Addirittura è stata segnalata la presenza di un malvivente armato di 'stun gun' (storditore). 

"Se torni domani sei morto" il messaggio minatorio rivolto dagli spacciatori a Brumotti prima dell'arrivo sul posto della polizia.

Quanto mostrato dalle telecamere di "Striscia la notizia", ha inoltre attirato l'attenzione del ministro dell'Interno Matteo Salvini che con un post su Facebook ha manifestato la sua vicinanza a Vittorio Brumotti: "Un abbraccio all’amico Brumotti, un ringraziamento per le sue inchieste - le parole del vice premier - il mio impegno a combattere i delinquenti ogni giorno, con ogni mezzo, strada per strada".

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium