/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 29 gennaio 2019, 12:21

Albenga, il Tar non concede la sospensiva: ripartono le procedure per lo spostamento del mercato

Vico, rappresentante degli ambulanti: "Credo che sia un grave danno per Albenga. Non capisco come possa, un'amministrazione, per tutelare gli interessi di qualcuno, mettere a repentaglio molti posti di lavoro"

Albenga, il Tar non concede la sospensiva: ripartono le procedure per lo spostamento del mercato

 

Arriva, con qualche giorno di ritardo la pronuncia del Tar in merito alla sospensiva sullo spostamento del mercato di Albenga sul Lungocenta.

L’amministrazione comunale ha deciso, infatti, per questioni legate alla viabilità e alla sicurezza, di spostare la sede mercatale da via Dalmazia al Lungocenta in pratica dalla Croce Bianca in avanti.

Tale decisione è stata fortemente osteggiata in particolare dai venditori ambulanti e dalla loro associazione di categoria che ha presentato un ricordo al Tar per chiedere di poter rimanere in via Dalmazia.

Al contempo è stato chiesto anche di sospendere il provvedimento amministrativo dello spostamento e, in attesa della pronuncia sul merito, di poter rimanere nell’attuale sede.

Proprio su questo aspetto si è pronunciato il Tar che ha respinto la richiesta di sospensiva. Adesso, quindi, potranno ripartire le procedure per lo spostamento.

In particolare ripartirà l'assegnazione dei posti per i loro banchi agli ambulanti, un iter che dovrebbe durare intorno ai 20 giorni e, al termine del quale il mercato verrà spostato.

Afferma Mauro Vico, rappresentante degli ambulanti: "Credo che sia un grave danno per Albenga. Non capisco come possa, una amministrazione, per tutelare gli interessi di qualcuno mettere a repentaglio molti posti di lavoro. Non mi riferisco solo agli ambulanti che, in quella sede, potrebbero decidere di non venire, ma anche alle attività commerciali che gravitano intorno al mercato di via Dalmazia. Penso in particolare ai bar e quei negozi che il mercoledì riuscivano ad ottenere buoni incassi grazie proprio alla maggiore affluenza di gente portata dal mercato"

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium