/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 05 agosto 2019, 14:12

Antica Fiera del Bestiame di Carcare: una delibera per valorizzare al massimo le attività commerciali

Incontro tra l'amministrazione comunale e gli operatori del settore per definire le assegnazioni di spazi di suolo pubblico e le attività di somministrazione

Antica Fiera del Bestiame di Carcare: una delibera per valorizzare al massimo le attività commerciali

La giunta comunale di Carcare approva la delibera di indirizzo per le attività produttive in vista dell'Antica Fiera del Bestiame. L'evento come noto, si terrà dal 30 agosto al 1° settembre. 

Si legge sulla delibera pubblica sull'Albo Pretorio: "Lo scorso 22 luglio, l'amministrazione comunale ha incontrato le attività di somministrazione alimenti e bevande, i titolari di esercizi di rosticcerie e macellerie, le associazioni presenti nel Comune di Carcare e i rappresentanti del C.I.V. “Carcare da Vivere”. Durante il confronto, l'amministrazione comunale ha comunicato l'intenzione di concedere l’utilizzo di parte dell’area pubblica denominata 'Foro Boario' alle associazioni del Comune di Carcare e al C.I.V. “Carcare da Vivere”, per una gestione 'in house' (tramite accordo tra loro) della suddetta area, finalizzata al al servizio di somministrazione alimenti e bevande nell'ambito dell’Antica Rassegna del Bestiame". 

La giunta De Vecchi ha deliberato di concedere, con la finalità di incentivazione della cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità paesana e di favorire le attività produttive durante le giornate dedicate all’Antica Rassegna del Bestiame, in concomitanza con i festeggiamenti patronali di San Giovanni “Martire” (29 Agosto), la seguente agevolazione:

dal giorno 23 agosto al giorno 1 Settembre, viene concessa, alle attività esercenti la somministrazione, l’opportunità di sfruttare il suolo pubblico, nelle immediate adiacenze la propria attività (vie o piazze pubbliche), purché ciò non comprometta la normale viabilità, nella misura massima di mq. 15 con accessori e/o elementi di arredo decorosi e accoglienti (dehors, sedie, tavoli, ombrelloni) comunque in armonia al tema della rassegna; si obbliga all’uso di ombrelloni nell’intenzione di copertura dei tavolini (per le attività somministrative); è possibile richiedere ulteriori metrature, purché ciò non comprometta la normale viabilità, ma le stesse saranno assoggettate al C.O.S.A.P. fermo restando l’obbligo all’uso di ombrelloni nell’intenzione di copertura dei tavolini; si esclude l’uso di gazebo; 

- per un proporzionato ed equo sfruttamento del suolo pubblico, in aree di complessa articolata definizione è necessario concordare gli spazi con la Polizia Municipale a tutela degli interessi di buon vicinato, di cittadini terzi e di pubblica sicurezza;

- per chi ha già un dehor potrà ampliarlo nei termini di cui sopra ma non sarà esonerato dal normale pagamento per le consuete misure durante tali giornate;

- tale possibilità viene estesa, alle medesime condizioni, a tutte le attività commerciali e artigianali, con sede nel territorio comunale, anche se non direttamente collegate al tema dell’Antica Rassegna del Bestiame per le loro tipologie merceologiche. 

Di concedere l’esenzione del canone di occupazione del suolo pubblico, considerato che la manifestazione è organizzata dal Comune con la collaborazione del Ministero delle Politiche Agricole, della Regione Liguria e della Camera di Commercio e tenuto conto che la stessa comporta riflessi positivi per la valorizzazione e la promozione delle attività produttive del territorio, nonché momenti di aggregazione e partecipazione da parte della cittadinanza carcarese, e un notevole afflusso di visitatori.

Di promuovere una serie di concorsi a carattere promozionale collegati al tema della rassegna, dedicandoli a specifiche attività: A) “Bovino aperitivo” (bar, gelaterie, birrerie, enoteche, Wine bar); B) “Concorso vetrine”, incentrato sul tema “En tra curt” (tutte le attività commerciali/artigianali); C) Di promuovere un’area eventi tematici in collaborazione con le Associazioni di settore economico.

Di avvantaggiare le singole attività che per l’intera durata della rassegna desiderino valorizzarsi attraverso serate a tema a carattere enogastronomico coinvolgendo i loro fornitori abituali o non, mediante una calendarizzazione programmata curata dal Comune di Carcare che promuova le loro iniziative, se tempestivamente comunicate.

Di promuovere lo sviluppo, da parte delle attività produttive commerciali e artigianali, di “laboratori” che leghino la propria attività con il tema agricolo della rassegna, anche all’esterno della propria attività su aree pubbliche in prossimità della sede c.d. “Percorso di filiera”. Le “filiere del territorio” direttamente collegabili con il tema della rassegna sono: filiera del latte, filiera della terra, filiera dell’acqua, filiera del ferro, filiera agro-forestale, filiera del legno, filiera del grano. Per realizzare tali “laboratori” possono anche essere coinvolte attività con specifica licenza preferibilmente di provenienza dal settore artigianale della Regione Liguria.

Di dare atto che saranno previsti e autorizzati, dal 23 agosto al 1 settembre 2019, qualora regolarmente comunicati tramite dichiarazione di intento, spostamenti/delocalizzazioni provvisorie delle attività produttive, esercenti le varie forme di somministrazione alimenti e bevande, dei titolari di esercizi di rosticcerie e macellerie con sede a Carcare, delle Associazioni del Comune di Carcare del C.I.V. “Carcare da Vivere”, così come concordato nella riunione del 22/07/2019:

- delocalizzazione in area idonea e condivisa così come di seguito indicato: Foro Boario – esclusivamente per le Associazioni e C.I.V.; Piazza Caravadossi/Piazza Donatori di Sangue/Piazza Genta/Viale Caduti del Lavoro - per le attività produttive, esercenti le varie forme di somministrazione alimenti e bevande, dei titolari di esercizi di rosticcerie e macellerie con sede a Carcare.

Di dare atto che, così come concordato nella riunione del 22/07, esclusivamente per le attività che intendono effettuare la somministrazione di alimenti in forma delocalizzata, viene concessa l’opportunità di sfruttare il suolo pubblico nella misura massima di mq. 50 con  accessori e/o elementi di arredo decorosi e accoglienti (dehors, sedie, tavoli, ombrelloni) comunque in armonia al tema della rassegna.

Di dare atto che non sono previste possibilità di trasformazioni tipologiche delle proprie attività oltre alla consueta licenza di cui si è in possesso. I titolari di esercizi di rosticcerie e macellerie, possono attivare, specifiche strutture per la cottura delle carni, fermo restando che dovranno essere richieste tutte le autorizzazioni necessarie all’A.S.L. nr. 2 Savonese ed agli ulteriori Enti di competenza, per la loro installazione; per l’uso degli spazi pubblici esterni valgono le prescrizioni della presente nei punti precedenti.

Di dare altresì atto che: in accordo con le Ass. di Categoria e con la Camera di Commercio, in applicazione delle normative di legge in materia, non sono tollerabili forme di qualsiasi tipo di concorrenza sleale; non sono previste, da parte di soggetti organizzati in forma Associativa, forme di somministrazione su aree pubbliche che possano produrre concorrenza ad attività produttive; le attività di Associazioni Carcaresi, durante la durata della rassegna, dovranno essere concordate con il Comune di Carcare. Per queste Associazioni è previsto quanto in premessa alla medesima; eventuali accordi differenti dipenderanno dall’iniziativa dell’amministrazione comunale.

Di dare atto che le disposizioni inerenti la regolamentazione della viabilità cittadina, in funzione della Rassegna, verranno successivamente e appositamente determinate, con specifica ordinanza dagli Uffici Comunali Competenti.

Di dare atto che disposizioni differenti riguarderanno le attività produttive partecipanti provenienti da territori diversi dal Comune di Carcare, attività, le cui tipologie merceologiche saranno disciplinate dalla programmazione per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, con limitazioni relative all’inerenza tematica con la rassegna, e alla logistica organizzativa in macroaree tematiche: mercato dei produttori locali; mercato dell’artigianato di filiera; agriexpo della meccanizzazione agricola e agroforestale. L’organizzazione della macroaree sopracitata è stata convenuta con soggetti terzi dall’Ente Comunale.

Di dare atto che, nell’ottica di potenziare la promozione della rassegna, ai privati che manifesteranno interesse, verrà concessa la possibilità di utilizzare i logotipi ed i manifesti della manifestazione.

Di dare atto che obiettivo strategico del Comune di Carcare e degli altri Enti Pubblici che, collaborano o patrocinano la rassegna in oggetto, è l’osservanza della Rassegna alla sua vocazione agricola e forestale. Il rispetto della tematica sopracitata durante le giornate indicate, in occasione delle iniziative promosse da soggetti privati, quindi anche dalle attività ci la presente è indirizzata, è una prerogativa determinante per una buona riuscita della Rassegna.

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium