/ Solidarietà

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 05 agosto 2019, 14:56

Primo semestre da record per la Croce d’Oro di Albissola Marina

i primi 6 mesi di attività evidenziano un incremento dei servizi e della gestione delle urgenze del 40%. E nasce l'hashtag #ituoibimboni, omaggio allo storico, compianto presidente Mario Ghersi

Primo semestre da record per la Croce d’Oro di Albissola Marina

Il 2019 per la Croce d’Oro di Albissola Marina si conferma come un anno dalle tante soddisfazioni. I dati ufficiali relativi ai primi 6 mesi di attività evidenziano un incremento dei servizi e della gestione delle urgenze del 40% rispetto al corrispondente periodo del 2018, da molti considerato record ineguagliabile. E per una realtà ove operano solo volontari, la cosa non può che essere accolta dalla direzione e dai cittadini con estremo orgoglio.

In questi momenti così carichi di soddisfazione, il pensiero corre veloce nel ricordo del nostro storico presidente Mario Ghersi, mancato improvvisamente nel 2011, e di come lui, con infinito affetto, ci abbia insegnato ad aiutare il prossimo in ogni circostanza”. A parlare è Alessio Salis alla guida di Croce d’Oro dal 2012.

Amava chiamarci I SUOI BIMBONI” continua Salis “ed è per questo che su una delle nostre ambulanze dal 2014 campeggia una grossa dedica ormai conosciutissima e diventata elemento distintivo non solo in Albissola Marina e Savona, ma anche in tutte le zone ove operiamo o organizziamo eventi”.

“Dal luglio di quest’anno #ituoibimboni compare ovunque, su maglie, bandiere, ambulanze e ovviamente contrassegna i tanti articoli, foto e post che si susseguono sui Social Media. Un modo semplice per ricordare una grande persona”.

Sette ambulanze (di cui una attrezzata per la rianimazione, una per il trasporto neonatale con culla termica e una per il trasporto disabili), due automediche e soprattutto 80 militi, giovani e meno giovani, che si alternano nelle 24 ore, con il bello e il cattivo tempo, con il sole o con la luna, appena finito un turno di lavoro o appena sostenuto un esame all’università, nelle festività e nelle gravi calamità. Sempre. Tutto per dare assistenza a chi si trova in difficoltà. Centinaia le ore complessive di formazione seguite per garantire il massimo della professionalità possibile. Questa, in estrema sintesi, è la nostra attività” conclude Salis.

Semplicità, serietà e abnegazione, specie se abbinate a una grande preparazione, sono merce rara oggi.

Un grande e sincero grazie a #ituoibimboni da tutti noi.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium