/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 12 ottobre 2019, 15:40

A Quiliano arriva il progetto "Va Sentiero": un giro di 6880 km per conoscere e tutelare le bellezze inesplorate dell'Italia

In Liguria si svolge per tre quarti sull’Alta Via dei Monti Liguri e Quiliano non poteva non essere parte attiva dell'iniziativa vista la presenza centrale del Cadibona e una vocazione importante legata all'outdoor

A Quiliano arriva il progetto "Va Sentiero": un giro di 6880 km per conoscere e tutelare le bellezze inesplorate dell'Italia

6880 km, questo il percorso totale di Sentiero Italia. E i ragazzi di "Va Sentiero" quest'oggi hanno raccontato la loro esperienza facendo tappa proprio da Quiliano da dove poi ripartiranno per proseguire l'avventura.

Sentiero Italia percorre le catene montuose del Paese, toccando tutte e 20 le Regioni Italiane (dal Friuli-Venezia Giulia alla Sardegna).

In Liguria si svolge per tre quarti sull’Alta Via dei Monti Liguri e Quiliano non poteva non essere parte attiva dell'iniziativa vista la presenza centrale del Cadibona e una vocazione importante legata all'outdoor.

"Cerchiamo di seguire l'onda del turismo esperienziale, svolto da persone che cercano di fare un'esperienza. Per Quiliano sono importanti due cose: lo spirito, infatti questa esperienza può far passare un messaggio che questo territorio si può far vivere in un modo diverso. E poi abbiamo una particolarità, due strutture collocate sull'Alta Via e abbiamo trovato una collaborazione con le aziende del territorio" spiegano il sindaco Nicola Isetta e l'assessore all'ambiente Cinzia Pennestri.

Yuri Basilicò, tra i realizzatori dell'iniziativa ha specificato alcuni aspetti: "Va Sentiero è nato grazie al Sentiero Italia, nel 2016 ne ho scoperto l'esistenza, ho approfondito perchè offre una visione inedita dei sentieri che partono dal Friuli Venezia Giulia e arrivano fino in Sardegna a Santa Teresa della Gallura. Si attraversano questi piccoli borghi, nel quale molti sono abbandonati ma altri sopravvivono. Ci siamo innamorati e ne abbiamo approfittato per raccontare l'Italia che ha un potenzialità incredibile. Speriamo che gli Appenini ora siano altrettanti benevoli come le Alpi, ogni singolo km vale la pena di essere vissuto".

"Negli ultimi due anni e mezzo non abbiamo fatto altro che far crescere il progetto, abbiamo fatto nascere l'associazione con obiettivi fondamentali come l'esplorazione del sentiero, raccontarlo e promuovere la montagna come mezzo per fare turismo e in cui vivere. Prima di partire l'anno scorso abbiamo fatto partire una campagna raccolta fondi online" spiega Sara, che insieme a Yuri, Francesco, Andrea e l'esperto Giovanni è membro di Va Sentiero.

"La segnaletica dei sentieri è buona, ma non si capisce quale sentiero si sta percorrendo. Ne abbiamo trovato molti mal messi ma con il GPS si può andare ovunque, la tecnologia ci aiuta" continua Basilicò.

Obiettivo del progetto, è quello di promuovere presso il pubblico giovanile il percorso SI CAI. Una spedizione collettiva condivisa in tempo reale sul trekking più lungo del mondo, per raccontare le terre alte italiane e promuovere un nuovo modo di vivere la montagna.

Per il comune si tratta di di una importante occasione per far conoscere il territorio e le strutture comunali di notevole interesse sull’Alta Via dei Monti Liguri (Cadifugio a Cadibona e Colonia delle Tagliate sul Colle Termine) che l’Amministrazione intende valorizzare.

Dopo le iniziative svolte sul campo nella giornata di ieri, domani, 13 ottobre alle ore 8.30 ci sarà un ritrovo al Colle di Cadibona. Alle ore 9.00 la partenza del trekking Collettivo verso la Cascina Miera situata lungo il percorso AV 17 “Da Colle di Cadibona a Le Meugge”. Lunghezza 19 km – Dislivello + 700-200. Durata 5 ore circa. Pranzo al sacco. Merenda. Servizio navetta per ritorno al Colle di Cadibona al termine dell’escursione.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium