/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 23 ottobre 2019, 17:45

La Cassazione "rimanda" il refendum della Lega, Salvatore (M5S): "Buttati oltre 10mila euro dalla Lega di Toti, che spreca così i soldi dei liguri"

"Pur di ubbidire ai dictat di Salvini, la Giunta ligure insulterà nuovamente il Consiglio regionale della Liguria cercando di correggere un testo scritto male per contenuto e forma"

La Cassazione "rimanda" il refendum della Lega, Salvatore (M5S): "Buttati oltre 10mila euro dalla Lega di Toti, che spreca così i soldi dei liguri"

Oltre 10mila euro buttati dalla Lega del presidente Toti. 10mila euro che potevano essere utilizzati al meglio per i cittadini. Buttati per seguire le follie e l’ignoranza istituzionale di questo centrodestra a trazione leghista. Proni a Salvini, la maggioranza ligure, pur sapendo che era un voto inutile in quanto settima regione (ne bastavano 5) a fare questa pantomima per la Lega di Roma, hanno voluto sprecare soldi liguri per approvare un testo che già avevamo detto inutile, come dimostrano le prove scritte delle nostre rimostranze".

Così, all'indomani della sentenza della Cassazione, la capogruppo regionale Alice Salvatore che poi aggiunge: "La Suprema Corte di Cassazione ha chiesto alle regioni, quindi alla Liguria, di modificare il titolo che al momento è: 'Abolizione del metodo proporzionale nell’attribuzione dei seggi in collegi plurinominali, nel sistema elettorale della Camera dei Deputati e nel Senato della Repubblica '. In particolare, la Corte ritiene necessaria l’integrazione integrale dei testi delle disposizioni di cui si chiede l’abrogazione. La proposta dovrà tornare nelle aule dei Consigli regionali, dunque anche in quello della Liguria, da dove era uscita nonostante avessimo ripetutamente denunciato l’illegittimità del testo referendario. Dovremo quindi destinare nuovamente tempo e come minimo altri 10mila euro per fare un Consiglio regionale dedicato e mettere mano a un testo che, a causa del delirio di onnipotenza di questo centrodestra, è stato letteralmente imposto all'Assemblea legislativa della Liguria".

"Tempo e risorse che dovremmo invece dedicare a promuovere provvedimenti che rispondano alle esigenze dei liguri, soprattutto ora che la nostra regione si trova nuovamente fare i conti con le emergenze da dissesto idrogeologico".

"Pur di ubbidire ai dictat di Salvini, la Giunta ligure insulterà nuovamente il Consiglio regionale della Liguria cercando di correggere un testo scritto male per contenuto e forma - conclude Salvatore -. E lo farà nonostante sappia bene che quel testo non supererà il vaglio della Corte Costituzionale, dal momento che (come è stato più volte sottolineato anche da esimi giuristi e costituzionalisti) creerebbe un vuoto normativo, in mancanza di un’altra legge immediatamente utilizzabile in caso di voto".

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium