/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 11 dicembre 2019, 08:28

Focus sulla storia del lavoro sul territorio: apertura straordinaria di "Capolavori d'impresa", guide d'eccezione gli ex lavoratori delle fabbriche savonesi

La mostra curata da Monica Brondi è presente a Palazzo Gavotti a Savona

Focus sulla storia del lavoro sul territorio: apertura straordinaria di "Capolavori d'impresa", guide d'eccezione gli ex lavoratori delle fabbriche savonesi

Capolavori d'Impresa a Savona a Palazzo Gavotti ha aperto ieri sera straordinariamente (rispetto alle aperture del mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica) per un focus sulla storia del lavoro sul territorio, insieme alle aziende protagoniste.

L'evento in collaborazione con l'Auser e le scuole, e ha avuto come guide d'eccezione ex lavoratori delle fabbriche del savonese ed esperti di storia industriale.

 Inoltre, è stata mostrata in anteprima La ballerina, copia in ceramica della forchettina a forma di ballerina che era presente nelle prime confezioni di datteri Noberasco, realizzata durante il percorso di alternanza scuola lavoro da Margherita Musso, studentessa del liceo artistico Arturo Martini, classe 3^ B, presso il laboratorio di ceramica Hérisson di Nadia Allario a Noli.

Le Aziende protagoniste di Capolavori d'impresa sono: Apm Terminals, Impresa Bagnasco, Cooperativa Battito, Bombarbier, Campostano Group, Ceisis Integrated Plant Systems, Centrale del Latte Alessandria e Asti, Centro dell'Arredamento, Clayver Botti in ceramica, Comparato, Consorzio Savona Crociere, Coop Liguria, Ergon Meccanica, Funivie Group, LOVS, ExxonMobil, Movinter, Noberasco, Gruppo Orsero, La Sassellese, Pacorini Silocaf, Pasqualini il Caffè, Termotecnica Pericoli, Piaggio Aerospace, Quidam vetro&innovazione, Ceramiche San Giorgio, SAT servizi ambientali e territoriali, Schneider Electric, Tirreno Power, Torterolo & Re porte blindate, Trench Italia, Autogru Vernazza, ZPMC.

La mostra, curata da Monica Brandi e promossa dall'Associazione Visioni in collaborazione con l'agenzia di comunicazione Punto a Capo, il Museo della Ceramica di Savona e i Musei Civici di Savona vede al centro le imprese di eccellenza del territorio savonese con il loro plusvalore di storia, esperienza, qualità e innovazione.

Non si possono considerare dipinti, nè sculture o architetture: ma sono oggetti, prodotti o minuscoli dettagli che hanno fatto la storia ed il successo di tante aziende della provincia di Savona. Per la prima volta una mostra metterà in cornice prodotti, ingranaggi, brevetti come autentici capolavori del nostro tempo.

L'iniziativa ha ricevuto il contributo di Fondazione De Mari e Camera di Commercio Riviere di Liguria, è patrocinata da Regione Liguria, Unione Industriali Savona, Camera di Commercio, Ports of Genoa, Comune di Savona, Comune di Vado Ligure, di Quiliano, di Albenga, Albisola Superiore, Albissola Marina, Cairo Montenotte e numerose altre istituzioni del territorio come Università di Genova, Provveditorato agli studi, Auser Savona, Associazione Giovani per la Scienza, BNI, Cgil, Cisl e Uil, Parco Tecnologico Valbormida.

L'esposizione mette fisicamente "in cornice" le aziende più rappresentative del tessuto economico. Si parte da un video ricco di foto d'epoca che illustra le aziende storiche e il passato industriale di Savona e che rilancia sul presente e sul futuro attraverso le attuali direttrici strategiche di sviluppo: dalla portualità, all'industria meccanica, al turismo, all'innovazione tecnologica, alle eccellenze alimentari.

Il percorso si articola attraverso speciali totem che incorniciano le realtà imprenditoriali più significative della nostra provincia: dal settore portuale con APM Terminals, Vernazza, Lovs, ZPMC per citarne solo alcune, al settore alimentare con Noberasco, e La Sassellese, all'aerospace con Piaggio, alle eredi della storica Scarpa e Magnano Schneider e Trench, al comparto vetrario, ai servizi ambientali e territoriali di SAT, alla prima cooperativa nazionale COOP, fino al settore energetico e idroelettrico con Tirreno Power, e cosi via, in un itinerario che accompagnerà i visitatori con rimandi anche dentro al Museo della Ceramica.

Le scuole superiori della provincia sono state coinvolte direttamente nel progetto e oltre a svolgere visite guidate alla mostra, svilupperanno autonomamente progetti didattici collegati ai temi dell'impresa, del lavoro, dell'industria, del commercio e dei servizi, come motori economici del territorio.

 

La mostra sarà visitabile dal 25 ottobre al 25 gennaio 2019, con ingresso libero e gratuito nei seguenti orari: mercoledì: 10/13,30 giovedì, venerdì e sabato: 10/13,30 - 15,30-18,30 domenica 10-13,30.

Visite guidate su appuntamento per le scuole: 3408319274 Per informazioni: www.capolavoridimpresa.it

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium