/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 11 dicembre 2015, 09:54

Rientro di capitali detenuti all'estero, Liguria virtuosa: oltre 7 mila domande e 186 milioni di gettito

La nostra regione si colloca al sesto posto

Rientro di capitali detenuti all'estero, Liguria virtuosa: oltre 7 mila domande e 186 milioni di gettito

Oltre 186 milioni di euro nelle casse dello Stato dalla voluntary disclosure in
Liguria. La procedura di collaborazione volontaria per l’emersione dei capitali
detenuti all’estero ha visto quella ligure piazzarsi al sesto posto - dietro
Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto, Lazio e davanti alla Toscana –
nella graduatoria delle sette regioni italiane maggiormente rilevanti con
un’incidenza pari al 4,85% del gettito stimato nazionale.
Oltre 7mila domande - Nel dettaglio, sono state 7.107 le istanze dei liguri
pervenute all’Agenzia delle Entrate alla mezzanotte del 30 novembre scorso, data
di scadenza della procedura di collaborazione volontaria, con un’incidenza del
5,49% sul dato complessivo nazionale. Oltre a produrre un gettito superiore ai
186 milioni, le domande ricevute in Liguria interessano circa 3 miliardi di euro
(il 5,035 del totale) di attività emerse all’estero, delle quali quasi 902 milioni (il
5,73% del dato nazionale) rientreranno in Italia.
“Constatare che la Liguria è tra le regioni più virtuose anche in tema di
voluntary disclosure – osserva Alberta De Sensi, Direttore regionale per la
Liguria dell’Agenzia delle Entrate – è per noi motivo d’orgoglio e la conferma
della qualità dell’attività sin qui svolta anche tramite la creazione di appositi
gruppi di lavoro e tavoli di confronto, che hanno consentito di monitorare
costantemente l’andamento di questa inedita ed innovativa procedura e a far luce sulle diverse problematiche che, nei mesi, si sono presentate”.

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium