/ Politica

Politica | 24 marzo 2017, 10:36

Bombardier in sciopero: "Vogliamo risposte sui maggiori programmi dell’azienda"

Le rappresentanze sindacali chiedono quale ricaduta avranno sul sito produttivo di Vado Ligure gli accordi con Hitachi e la gara d’appalto per il nuovo treno merci

Bombardier in sciopero: "Vogliamo risposte sui maggiori programmi dell’azienda"

Grande risposta, da parte del personale di Bombardier, allo sciopero di 4 ore proclamato dalla RSU e dalle Segreterie Territoriali di FIM FIOM e UILM Savona al fine di portare avanti le rivendicazioni sindacali nella vertenza Bombardier Transportation.

Commenta Andrea Mandraccia, segretario generale Fiom Cgil: “Oggi è soprattutto un’azione dimostrativa nei confronti dell’azienda dal momento che vogliamo avere un confronto urgente con i vertici per capire quali obiettivi si intende perseguire. Come gesto dimostrativo abbiamo bloccato l’attività su una locomotiva, che per il momento è ferma. Ci interessa principalmente sapere come si sta preparando il gruppo per la gara d’appalto sul futuro treno merci, per la quale si prevede l’aggiudicazione a fine giugno: ottenere questo contratto è vitale per lo stabilimento di Vado Ligure”.

Prosegue Mandraccia: “Il 5 aprile avremo anche l’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico, ma riteniamo necessario avere riscontri dall’azienda anche prima di confrontarci con il MiSE. Sappiamo che la gara di giugno per il treno merci e l’accordo con Hitachi sono i due filoni indicati dalla stessa Bombardier come prioritari per la produzione e vogliamo incentrare l’attenzione proprio sugli aspetti produttivi: quale coinvolgimento avranno questi programmi per i nostri insediamenti?”.

Alberto Sgarlato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium