/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 23 settembre 2019, 17:50

Morto dopo enfisema, medico del Santa Corona a giudizio: la difesa chiede una nuova perizia

I consulenti del Pubblico Ministero nella loro tesi si erano espressi sulla morte specificando che il drenaggio toracico effettuato giorni prima avrebbe salvato il paziente ma la difesa non ci sta e contesta la morte causata dal pneumotorace

Morto dopo enfisema, medico del Santa Corona a giudizio: la difesa chiede una nuova perizia

Continua il processo legato alla morte del 65enne Bruno Toselli, deceduto nel dicembre del 2016 all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, per il quale è indagata la dottoressa Paola Maineri, medico del reparto di chirurgia toracica, che deve rispondere di omicidio colposo.

Toselli, che aveva già problemi cardiaci, era stato ricoverato per un enfisema polmonare sotto cutaneo, passando prima per l’ospedale San Paolo di Savona, dal 28 novembre al 2 dicembre, per essere poi trasferito al nosocomio pietrese.

Nella scorsa udienza i consulenti del Pubblico Ministero nella loro tesi si erano espressi sulla morte specificando che il drenaggio toracico effettuato giorni prima avrebbe salvato il paziente. Il medico legale che si è occupato di svolgere l’autopsia, Luca Vallegra e il dottor Matteo Alessio Incarbone avevano specificato tutto l’iter del paziente (pensionato, ex dipendente dell’Autorità Portuale di Genova), il quadro clinico e lo specifico trattamento, con una valutazione tecnica, che avrebbe dovuto ricevere Toselli; con il drenaggio lo pneumotorace non sarebbe stato fatale all’uomo.

Quest'oggi però in aula il medico legale Marco Canepa, consulente della difesa, ha sollevato diversi dubbi sui referti radiografici che erano stati valutati dai consulenti dove lo pneumotorace ipertensivo era stato individuato come causa di morte.

Tramite un consulto con il radiologo, dottor Orlandi e il pneumologo dottor Ratto, la difesa ha specificato che il pneumotorace non compariva da nessuna parte, portando così alla richiesta di una nuova perizia sulle cause della morte.

Il giudice Laura De Dominicis si è riservato di decidere e il processo è stato rinviato.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium