/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2019, 09:33

Tutto tace sul fronte Aurelia Bis: continua il malcontento degli albisolesi (FOTO E VIDEO)

Ieri si è svolto un incontro tra i cittadini a Luceto con il consigliere regionale Mauro Righello. Il commissariamento o un nuovo bando le soluzioni per far ripartire l'opera, si affievolisce il subentro di Itinera

Tutto tace sul fronte Aurelia Bis: continua il malcontento degli albisolesi (FOTO E VIDEO)

Tutto tace sul fronte Aurelia Bis. La variante Albisola Superiore-Savona continua a rimanere ferma a causa dello scioglimento del contratto con Anas della ditta Cmc di Ravenna (oltre ai problemi economici di quest'ultima ci sarebbe un contenzioso con l'ente nazionale per le strade) che insieme a Itinera del Gruppo Gavio costituiva l'associazione temporanea di impresa per la realizzazione dei lavori.

Le voci di un subentro proprio di Itinera stanno via via affievolendosi, lasciando così spazio a sole due possibili soluzioni: il commissariamento o la creazione di un nuovo bando di gara che però allungherebbe ulteriormente il fine lavori di almeno 4 anni.

La Regione lo scorso 17 settembre ha annunciato, dopo un incontro con Anas, che verrà creato, entro 60 giorni, un tavolo permanente di confronto con tutte le realtà territoriali per sbloccare l'attuale situazione del cantiere ferma a circa l’80 % dei lavori, e avviare contestualmente una rivalutazione tecnico progettuale sul secondo lotto (porto di Savona – svincolo Margonara) dei lavori alla variante dell’Aurelia bis. 

Nel frattempo ieri a Albisola Superiore nella società di Luceto il consigliere regionale del Pd Mauro Righello ha incontrato i cittadini insieme al segretario dem locale Andrea Toso.

Gli albisolesi hanno esposto tutte le loro preoccupazioni sui continui rinvii della ripartenza dell'opera, concentrandosi sulle ripercussioni che sta subendo il traffico, criticando l'ordinanza estiva del venerdì di limitazione dei mezzi pesanti, il capovolgimento del casello e sollevando il problema dell'aria dovuto alle montagne di detriti del cantiere presenti all'ingresso di Luceto.

"Capiamo bene le complicazioni di Anas, i fallimenti delle ditte che sono intervenute ma c'è un disagio pesante perchè l'infrastruttura non è conclusa e gli abitanti respirano quell'aria e vivono quel disagio che permane. Il commissario potrebbe essere una soluzione, siamo qua per ascoltare i cittadini e provare a capire con le istituzioni se è possibile effettuare lo sblocco" spiega Mauro Righello.

"Abbiamo iniziato la nostra serie di incontri tematici sul territori con l'Aurelia Bis, perchè è un'opera che vede uno stallo e un malessere per i cittadini di Luceto. La scelta del commissariamento è una strada possibile, un'opera che aspettiamo dagli anni 90, deliberata dal 2006, vedere questi rallentamenti è una cosa atroce per la cittadinanza che subisce continui disagi" ha continuato Andrea Toso, segretario del Pd albisolese.

 

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium