/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 04 giugno 2020, 19:30

Vertice per la sicurezza nelle spiagge libere, il Prefetto Cananà: "I sindaci non saranno lasciati soli"

"E’ interesse di tutti che le attività ricreativo-balneari, che costituiscono tanta parte dell’offerta turistica della provincia di Savona, riprendano e si svolgano in condizioni di sicurezza per tutti i cittadini e i turisti”

Vertice per la sicurezza nelle spiagge libere, il Prefetto Cananà: "I sindaci non saranno lasciati soli"

Presieduta dal Prefetto, nella mattinata di oggi, si è tenuta una seduta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, a cui hanno preso parte il Questore, i Comandanti provinciali dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto, della Polizia stradale e della Polizia di frontiera, nonché un rappresentante della Polizia Ferroviaria. La riunione è stata allargata, in un secondo momento, alla partecipazione del Sindaco del Comune capoluogo, degli altri Sindaci dei Comuni rivieraschi, del Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco e del rappresentante dell’Autorità di sistema portuale.

Nell’incontro sono stati pianificati i servizi di vigilanza e viabilità da attuarsi nella stagione estiva, sia quelli consueti sia quelli “tarati” sulle criticità legate all’attuale fase di emergenza sanitaria.

I consueti servizi di polizia saranno tesi all’intensificazione delle attività di controllo sulla rete stradale e autostradale, alla predisposizione di servizi ad alto impatto per specifiche operazioni di controllo del territorio, al potenziamento delle verifiche alle stazioni ferroviarie, al contrasto dell’abusivismo commerciale e della contraffazione e alla lotta ai fenomeni del campeggio abusivo sulle spiagge e dei raduni non autorizzati.

Una parte considerevole della riunione è stata dedicata al tema delle spiagge libere, su cui sostanzialmente tutti i Sindaci hanno evidenziato criticità ed espresso preoccupazioni legate al concomitante operare di tre fattori a impatto convergente: le ridotte dimensioni delle spiagge savonesi; l’elevatissimo numero di persone che sono solite frequentarle di estate; l’applicazione delle misure restrittive dettate per il contenimento del contagio da COVID-19.

Al riguardo, sono state definite le procedure di intervento delle Forze di polizia per l’ipotesi in cui i problemi di gestione delle spiagge e del rispetto delle misure anticontagio “sconfinino” in turbative dell’ordine e sicurezza pubblica.

Più in generale, il Prefetto, all’unisono con il Questore e i vertici provinciali delle Forze di Polizia, ha assicurato che anche in questo campo le Forze di Polizia non risparmieranno il loro impegno.

In proposito ha commentato: “I sindaci non saranno lasciati soli in questa difficile sfida che li vede impegnati in prima linea. E’ interesse di tutti che le attività ricreativo-balneari, che costituiscono tanta parte dell’offerta turistica della provincia di Savona, riprendano e si svolgano in condizioni di sicurezza per tutti i cittadini e i turisti”.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium