/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 giugno 2020, 12:58

Asilo "Deferrari" di Noli, la presidentessa uscente, Chiara Musumeci: "Non esistono vinti o vincitori, ma persone che presteranno tempo e capacità a titolo gratuito"

"Un passo indietro ed il silenzio, da parte di tutti, gioverebbero all'ente"

Immagine tratta da Google Maps

Immagine tratta da Google Maps

Ha creato parecchio clamore l'elezione a presidentessa dell'asilo 'Deferrari' di Noli di Piera Barisone, trasformatasi in un argomento di discussione particolarmente sentito in paese, anche dal punto di vista politico.

Sulla bagarre scatenatasi dalle parole sui social dell'assessore Peluffo è intervenuta anche l'ex presidentessa dell'ente, Chiara Musumeci: “In qualità di presidente uscente della Fondazione 'Luigi Defferrari' ritengo opportuno dichiarare deleteri tutto il clamore e l'ingerenza politica suscitati attorno all'elezione del nuovo Consiglio d'Amministrazione: è ora di chiuderla”.

“L'asilo ha sempre lavorato in silenzio per il bene dei bambini e della comunità nolese come voluto dal suo fondatore. La Fondazione non ha connotazioni politiche né di altro genere, e chi ne fatto parte l'ha sempre saputo e osservato. Da qualche giorno è stato eletto un nuovo Consiglio d'Amministrazione: non esistono vinti né vincitori, ma persone dotate di buon senso che presteranno il proprio tempo e capacità a titolo gratuito, con più oneri che onori" prosegue l'ex presidentessa, discostandosi dalla polemica politica. 

Prosegue poi: "Della mia personale esperienza posso solo dire che non è mai esistito l'essere 'membri di maggioranza o minoranza', ma l'appartenenza ad un gruppo di cinque persone che lavorano fianco a fianco, senza colori, né bandiere, con la capacità di ragionare con la propria testa e un po' di preparazione nel compito che si deve svolgere”.

L'auspicio è dunque quello che si possa passare il prima possibile al silenzio della polemica per permettere ad un'istituzione storica del borgo marinaro di tornare a svolgere la propria funzione, in un momento già delicato per ben altre questioni: “Un passo indietro ed il silenzio, da parte di tutti, gioverebbero ad un Ente quale la Fondazione 'Luigi Defferrari' per continuare a 'farla lavorare' come ha sempre fatto”. 

Mattia Pastorino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium