/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 giugno 2020, 19:20

La Confcommercio: "Gratitudine e sostegno alle nostre forze dell'ordine, che ci aiutano ad avere turisti sereni in un ambiente sano e sicuro"

L'associazione di categoria: "Dopo il lockdown la Liguria di Ponente è ancora una meta turistica ambita"

immagine di repertorio

immagine di repertorio

Negli ultimi giorni hanno destato scalpore alcuni commenti decisamente infelici sui social network che attaccavano le Forze dell’Ordine ed il loro operato nei vari comprensori del Savonese.

A tal proposito i portavoce di Confcommercio nel Ponente Savonese colgono l’occasione non soltanto per esprimere parole di plauso e di gratitudine nei confronti dei tutori della legge, ma anche per chiarire il loro stesso impegno, in qualità di associazione di Categoria, verso un turismo sempre più “sano” e bello.

Spiegano gli esponenti di Confcommercio: “Per avere un turismo di qualità è indispensabile innanzitutto come categorie rispettare le regole e lavorare in modo corretto. Per questo motivo noi chiediamo sempre ai nostri associati di attenersi in modo rigido e scrupoloso alle varie ordinanze che vengono emesse da ogni singolo Comune".

Proseguono dall’associazione: “Da parte di Confcommercio vogliamo esprimere piena solidarietà a tutte le forze dell’ordine che operano sul territorio: alla Polizia, ai Carabinieri, alla Guardia di Finanza, alla Polizia Locale. Vediamo quotidianamente il costante lavoro di pattugliamento e di monitoraggio ed esprimiamo il nostro grande apprezzamento per quanto viene svolto, peraltro in un’ottica di ottimo dialogo con la popolazione.

In primis noi, della nostra associazione di Categoria, chiediamo più rigore e attenzione alle regole, perché chi non rispetta la legge è sempre controproducente per la società.

Qualora possibile chiediamo di potenziare e accrescere la presenza delle Forze dell’Ordine tutte, specialmente nelle fasce orarie serali e notturne. È impensabile che le nostre città, che passano da alcune migliaia di abitanti invernali a punte di oltre 70-80mila presenze estive, pensino di assegnare la tutela della sicurezza allo stesso numero di agenti. Come associazione da sempre impegnata nel rilancio economico e turistico del territorio crediamo fermamente in un turismo fatto di gente per bene, che vive la propria vacanza in un clima di gioia e serenità. Quello è turismo! Gli atteggiamenti sprezzanti non appartengono alle nostre città, alla nostra storia, alla nostra cultura e come tale vanno condannati ed estirpati in modo inflessibile per il bene di tutta la comunità”.

Concludono da Confcommercio: "Siamo contenti di vedere che, dopo un lungo periodo di lockdown, la Riviera di Ponente è ancora un’ambita meta per nostri vicini di regione che, più forti dei cantieri autostradali hanno ritrovato le nostre attività pronte ad accoglierli. Siamo consapevoli che le norme anti-Covid hanno limitato le capienze e le offerte ma crediamo di aver messo in campo un notevole sforzo collettivo per poter rinnovare un’offerta turistica adeguata. Ringraziamo tutti gli imprenditori che stanno lavorando con grande attenzione alle norme e chiediamo ai turisti e cittadini di parlare con coloro i quali non hanno nella sicurezza la loro priorità;  gli imprenditori della Liguria di ponente hanno riaperto le proprie attività con la massima attenzione e formazione".

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium