/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 11 agosto 2020, 15:45

Spotorno, minaccia di morte e punta un fucile davanti ad un pub: il Gip gli contesta il tentato omicidio

Il 37enne arrestato nella notte tra sabato e domenica ha fatto scena muta davanti al Gip Ceccardi che ha convalidato l'arresto

Spotorno, minaccia di morte e punta un fucile davanti ad un pub: il Gip gli contesta il tentato omicidio

Si è avvalso della facoltà di non rispondere in Tribunale a Savona davanti al gip Alessia Ceccardi il 37enne Giovanni Rapisarda, difeso dall'avvocato Alfonso Ferrara, arrestato a Spotorno nella notte tra sabato e domenica dai Carabinieri della Compagnia di Savona.

Erano da poco passate le tre di stanotte quando Rapisarda già denunciato poche ore prima per resistenza a pubblico ufficiale a seguito di una lite, si era presentato nei pressi del pub Lord Nelson di Spotorno prima minacciando di morte gli avventori e poi dopo mezz'ora imbracciando un fucile da caccia calibro 12 con matricola abrasa caricato con due proiettili a pallettoni.

Solo la pronta reazione dell'aiuto cuoco 31enne Caio Cesar Lima Capelli (Leggi QUI) che lo ha disarmato e bloccato e il rapido intervento delle cinque pattuglie dei Carabinieri accorse sul posto, hanno scongiurato che potessero esserci conseguenze ben più serie.

Rapisarda portato in caserma dalle forze dell'ordine aveva ulteriormente dato in escandescenze cercando di colpire un agente, minacciandolo. Il 37enne era stato poi trasferito nel carcere di Genova Marassi.

Il Giudice per le indagini preliminari ha convalidato l'arresto e oltre a negargli la sospensione condizionale della pena gli contesta il tentato omicidio, la detenzione e il porto di arma clandestina, le minacce, resistenza a Pubblico Ufficiale e la ricettazione. 

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium