/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 17 settembre 2020, 07:36

A rischio soppressione la stazione di Vado e Quiliano, preoccupazione della giunta Isetta: "Fondamentale per lo sviluppo strategico del territorio"

Il sindaco di Quiliano chiede un intervento sollecitatorio alla Regione finalizzato alla tutela degli interessi generali della comunità con lo scopo di mantenere funzionale la stazione ferroviaria dei due comuni

Foto tratta da Google Maps

Foto tratta da Google Maps

La stazione ferroviaria di Vado Ligure e Quiliano che rischia di essere soppressa da Trenitalia e l’amministrazione quilianese che con una delibera di giunta esprime tutta la sua preoccupazione alla Regione.

Ad agosto oggi la giunta regionale, su proposta dell'assessore ai Trasporti Gianni Berrino, ha approvato la stipula della convenzione con l'Istituto Ligure per il Consumo (promosso da tutte le associazioni dei consumatori liguri riconosciute dalla Regione Liguria) per la verifica del rispetto dei parametri del contratto di servizio con Trenitalia.

Nel dettaglio, semestralmente (nei mesi di ottobre e luglio) ILC, tramite volontari, trasmetterà all’ente regionale un report del monitoraggio puntuale e dettagliato della movimentazione dei passeggeri (saliti e discesi) nelle stazioni a partire da quelle di minore rilevanza come quella di Vado e Quiliano (comprese Mulinetti, Genova-Granara, Borghetto Santo Spirito, Laigueglia, Mele, Cavi, Quiliano-Vado, Genova-Acquasanta e Pontetto).

Le frequenze dei monitoraggi saranno tre a settimana e avranno luogo nel mese antecedente la scadenza della rilevazione durante le fasce orarie pendolari e per una durata massima di 15 giorni per ogni rilevazione semestrale. I dati saranno raccolti utilizzando un’apposita applicazione contenente un dispositivo con l’ausilio di fotografie al fine di accertare giorno, ora, stazione e numero del treno oggetto di rilevazione riguardante il carico di salita e discesa dei passeggeri.

Da lì la preoccupazione del comune di Quiliano che ha puntato il dito sul futuro della stazione, soprattutto visto che l'ipotizzata misurazione dei traffici passeggeri della stazione dei due comuni, che è oggetto di un limitatissimo numero di treni in sosta nell'arco della giornata (convogli regionali a lunga percorrenza), potrebbe risultare, secondo l’amministrazione, inopportuna rispetto alle reali prospettive di sviluppo territoriale locale a breve, medio e lungo termine.

“Inoltre la rilevante riduzione delle stazioni e fermate, che deriverebbe dallo spostamento a valle del tratto Andora — Finale Ligure, implicherebbe un contro bilanciamento dei traffici insistenti sulla tratta compresa tra Savona e Finale Ligure, anche in ragione dei flussi turistici, commerciali, industriali e lavorativi, correlati a loro volta alla funzionalità alla stazione di Vado Ligure-Quiliano -viene spiegato nella delibera di giunta.

La richiesta dell’amministrazione quilianese al presidente della Regione Liguria, l’assessore ai Trasporti della Regione Liguria, Trenitalia S.p.A., oltre al Ministero dei Trasporti è di “effettuare ogni valutazione prudenziale in ordine agli sviluppi potenziali e futuri della linea Genova — Ventimiglia, anche con attenzione alle future rimodulazioni della rete delle stazioni e fermate attinenti all'intero percorso, attraverso un'analisi che non si limiti ad un esame dei dati, ma si colleghi allo sviluppo strategico del territorio legato alla piattaforma ed alle numerose attività che si insedieranno, che fanno di quell’area una delle realtà più promettenti dell'intera regione”.

Il sindaco Nicola Isetta chiede così un intervento sollecitatorio, di impulso, di esposizione, finalizzato alla tutela degli interessi generali della comunità cittadina con lo scopo di mantenere funzionale la stazione ferroviaria di Quiliano-Vado Ligure.

L’ordine del giorno verrà inviato al presidente della Regione Liguria, all’assessore ai Trasporti della Regione Liguria, al Presidente della Provincia di Savona, al Prefetto di Savona, al Ministro dei Trasporti, ai deputati e senatori della Repubblica eletti nei Collegi della Provincia di Savona. 

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium