/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 18 novembre 2020, 11:37

Aurelia Bis, i residenti di via Turati scrivono al ministero. Vicesindaco Arecco: “Da Anas nessuna risposta”

I cittadini del quartiere si lamentano da anni, l’opera è ferma all’80% e il Ministero aveva tranquillizzato sul fatto che il bando per la nuova gara sarebbe stato pubblicato entro fine anno

Aurelia Bis, i residenti di via Turati scrivono al ministero. Vicesindaco Arecco: “Da Anas nessuna risposta”

Da anni si lamentano del cantiere, visto che la loro viabilità è stata stravolta, con le abitazioni che hanno anche perso valore immobiliare.

Alcuni residenti di via Turati a Savona hanno scritto al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, alla Regione e per conoscenza al comune, inviando anche foto dell’attuale situazione, in merito alla situazione del cantiere dell’Aurelia Bis, che li “condanna” da anni a dover vivere una situazione da anni ormai non facile principalmente per la gestione stradale visto che il tratto stradale che una volta portava all’Aurelia è stato chiuso proprio per dare vita ai lavori della variante Albisola Superiore/Luceto-Savona/Corso Ricci, incompiuta da tempo.

“Novità non ce ne sono, Anas la sto contattando in questi giorni ma non ho avute risposte anche perché non ne hanno. Il progetto per rifare l’appalto delle opere mancanti dovrebbero essere stato ultimato” spiega il vicesindaco e assessore con delega all'urbanistica e alla viabilità Massimo Arecco.

I lavori sono giunti all’80% e il Governo ha specificato che non verrà fatto nessun commissariamento, ma Anas dovrebbe fare il bando di gara entro fine anno.

“Per la ripresa dei lavori e la conclusione dell’Aurelia Bis Anas ha garantito il massimo impegno per arrivare alla pubblicazione già entro la fine dell’anno in corso del bando di gara. Per questo motivo l’ipotesi di un commissariamento è stata scartata, visto che sulla base degli approfondimenti effettuati non avrebbe assicurato né risparmi in termini di costi dell’opera, né tempi più veloci  per il suo completamento”.

Lo aveva affermato a giugno il Sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Roberto Traversi, che nei mesi passati ha seguito la vicenda del cantiere rimasto incompiuto.

“Dopo la richiesta di concordato della CMC, impresa mandataria - aveva ricordato Traversi -, il contratto per la realizzazione dell’Aurelia Bis è stato sospeso per 60 giorni (il 17 aprile 2019) e successivamente sciolto da parte del Tribunale di Ravenna (il 27 giugno 2019) quando l’avanzamento dei lavori aveva raggiunto l’81% del totale. L’8 maggio scorso è stato stipulato l’accordo attuativo per la progettazione esecutiva del lotto di completamento con l’accordista quadro RTI TECHINT, CESI, IGEAS. La consegna del servizio di progettazione è avvenuta il 22 maggio scorso e da quella data sono previsti 120 giorni per le verifiche della documentazione consegnata la progettazione esecutiva. Il programma prevede quindi la pubblicazione del bando di gara, per un importo stimato di circa 72,23 milioni di euro”.

Nel frattempo i cumuli di sabbia da qualche settimana sono stati coperti ma la pazienza sembra essere finita per i cittadini di Albisola e Savona.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium