/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 04 dicembre 2020, 13:26

Val Bormida ancora isolata causa neve, Pasa (Cgil): "Regione deve iniziare a dare risposte concrete al territorio"

"Le persone che si devono recare a Savona per lavoro, per studio e soprattutto per esigenze sanitarie sono impossibilitate a farlo o comunque mettono a repentaglio la loro incolumità"

Val Bormida ancora isolata causa neve, Pasa (Cgil): "Regione deve iniziare a dare risposte concrete al territorio"

"Mentre nell'entroterra savonese nevica, non è una novità per il mese di dicembre, le strade e le vie di comunicazione da e per la riviera sono praticamente bloccate. L’Autostrada e la strada del Cadibona sono praticamente impossibili da percorrere per il manto nevoso e per i cronici problemi di viabilità e di sicurezza che ci sono anche in condizioni meteo normali. Le persone che si devono recare a Savona per lavoro, per studio e soprattutto per esigenze sanitarie sono impossibilitate a farlo o comunque mettono a repentaglio la loro incolumità". Così Andrea Pasa, segretario provinciale Cgil.

"Sono mesi che CGIL CISL UIL di Savona sollecitano il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti sul ripristino delle attività e dei servizi sanitari in Val Bormida - continua PasaDa subito e in piena pandemia abbiamo preteso, almeno, il potenziamento della rete socio sanitaria territoriale, il potenziamento dell’automedica e il ripristino del punto di primo intervento dell’ospedale di Cairo Montenotte. Abbiamo inviato lo scorso 30 ottobre, proprio perché preoccupati del modello sanitario ligure che incide in maniera estremamente negativa soprattutto nell’entroterra per la mancanza di una rete di infrastrutture e vie di comunicazione che diventano estremamente difficili in condizioni meteo particolari, come in questi giorni, insieme a 19 Sindaci della Val Bormida, il Comitato per l’ospedale di Cairo Montenotte una richiesta di incontro e un documento al Presidente Toti. Sono oltre 30 giorni che non abbiamo risposte. Si prendono in giro oltre 40 mila abitanti, Sindaci e Organizzazioni Sindacali. E’ profondamente sbagliato che l’unico intervento sul socio sanitario effettuato dal presidente Toti in Val Bormida in questi mesi sia stato l’inaugurazione di alcuni centri tampone addirittura a pagamento!".

"E’ urgente che a partire dai sindaci interessati e dalle amministrazioni locali sollecitino la regione Liguria al fine di calendarizzare l’incontro richiesto ma soprattutto per iniziare a dare risposte concrete ad un territorio  messo in ginocchio dai pochi pochissimi servizi sanitari rimasti , perché drasticamente diminuiti dalle scelte politiche delle regione Liguria  e un territorio dimenticato dal presidente Toti. Inoltre è inaccettabile il silenzio assordante della regione Liguria nei confronti del territorio Albenganese e Valbormidese  rispetto all’iter delle privatizzazioni degli Ospedali di Cairo Montenotte e Albenga visto che in questi giorni il Consiglio di Stato dovrebbe esprimersi dopo il ricorso della Regione Liguria sulle decisione del Tar" conclude infine il segretario provinciale della Cgil.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium