/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 09 marzo 2021, 18:16

Legambiente supera le ventimila firme con la petizione contro le estrazioni minerarie sul Beigua

Domani sera alle 18 la diretta sui canali Youtube e Facebook di Legambiente Liguria per fare il punto della situazione

Legambiente supera le ventimila firme con la petizione contro le estrazioni minerarie sul Beigua

Oltre 20.000 persone hanno firmato la petizione indirizzata al Presidente Giovanni Toti per chiedere che venga ritirato il decreto che dà il via libera alla ricerca di titanio nel comprensorio del Beigua.

 

Le firme sono state raccolte in circa una settimana e nel frattempo i sindaci di Urbe e Sassello, rispettivamente Fabrizio Antoci e Daniele Buschiazzo, che è anche il presidente del Parco Beigua, hanno presentato ricorso al TAR.

«Nei giorni scorsi - dichiara Grammatico - durante un incontro in Regione l’assessore Scajola ha buttato acqua sul fuoco, affermando che “non vi è intenzione da parte dell’amministrazione regionale di inserire una cava di titanio nel territorio dei due comuni”, ci sembra un primo passo, ma non basta, chiediamo che il decreto venga ritirato». 

 

Per fare il punto l’appuntamento è per domani, mercoledì 10 marzo alle 18,00 con la diretta social sui canali Facebook e YouTube di Legambiente Liguria. Interverranno Daniele Buschiazzo Sindaco di Sassello, Fabrizio Antoci Sindaco di Urbe, Santo Grammatico Presidente di Legambiente Liguria, gli avvocati dello studio legale Granara e Stefano Bigliazzi Centro Azione Giuridica di Legambiente.

Link per seguire la diretta:

https://www.facebook.com/legambienteliguria

https://www.youtube.com/channel/UCq1IxOyv8cVlZYEOG85QDzQ

 

Nella petizione vengono evidenziati gli evidenti rischi sanitari: il minerale grezzo potenzialmente estraibile sarebbe solo il 6% della roccia e il rimanente 94% andrebbe in discariche molto estese da crearsi nelle vicinanze, con il rischio di andare a sollecitare la presenza di amianto, presente per il 10/15% nelle rocce del giacimento e i rischi ambientali: devasterebbe un’area protetta inestimabile per biodiversità e valori ecologici e paesaggistici. Il Parco del Beigua è diventato Parco nel 1995, Geoparco europeo e mondiale nel 2005 e nel 2015 è stato riconosciuto UNESCO Global Geopark.

 

LINK alla petizione: chng.it/hFTgh2VZBc

 

I primi firmatari della petizione sono Agesci Liguria, Arci Liguria, CAI Liguria, ENPA, Federparchi Liguria, FIE Liguria, Friday for Future Liguria, Italia Nostra Liguria, Legambiente Liguria, LIPU, Pro Natura Genova, VAS, WWF Italia Delegato Liguria.

Hanno, inoltre, aderito Amici di Ponte Carrega, Comunità San Benedetto al Porto, Fondazione Le Gioiose, Linea Condivisa, Masci Liguria, Medici per l’Ambiente, Isde Genova. 

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium