/ Al direttore

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Al direttore | 08 aprile 2021, 17:15

L'ultimo messaggio di Fabio Brandalise

L'uomo sapeva di essere malato e ha fatto distribuire questa lettera durante il rito funebre ad Albenga

L'ultimo messaggio di Fabio Brandalise

Ad Albenga, durante il rito funebre di Fabio Brandalise, è stata distribuita questa lettera, scritta di suo pugno durante le ultime ore della malattia. 

La riportiamo qui di seguito:

IL MANIFESTO DI FABIO BRANDALISE

Arrivato nel corpo fisico il 9.01.1962

Tornato nella piena Luce il 5.04.2021 

Molti hanno chiesto in questi giorni se le parole del messaggio apparso sul suo profilo Facebook, il giorno dopo che ha lasciato il corpo fisico, fossero opera dí Fabio. Oggi è giunto il momento di raccontarvi la storia di come lui sia riuscito, ancora una volta, a toccare il cuore di molti.

Fabio Brandalise era un'anima immensa in un corpo che, per citare le sue parole, era come una macchina un po' sgangherata. Il giorno prima della sua morte lui lottava e lottava duro per la Vita.

Quello stesso giorno ha scritto ad una cara amica: "Voglio rinascere più forte di prima, non morire ovvio!" ed il giorno precedente, il 3 di aprile, alla stessa persona ha confidato: "Io voglio vivere e voglio aiutare gli altri con conferenze per spiegare dove trovare la forza per vivere e la spiritualità, che è la nostra Anima collegata a Dio."

Il giorno in cui ha lasciato il corpo, il primo gesto di molti, dopo aver sentito un profondo sgomento e tanta incredulità e dolore per la notizia, è stato quello di mandare a lei i messaggi di incoraggiamento che avevano ricevuto da Fabio.

Nei quattro mesi in cui ha cercato di sconfiggere il tumore apparente, lui ha continuato senza sosta a incoraggiare tutte le persone care che stavano vivendo un momento di difficoltà, con messaggi scritti e con audio.

Le parole del messaggio che molti di voi hanno letto e riletto e che a tutti noi è servito come balsamo per dare sollievo alla ferita di non averlo più accanto, sono tratte da questi messaggi e sono state date al mondo. Lui avrebbe voluto farlo. Ma il tempo del suo passaggio su questa Terra non glielo ha permesso.

In qualche modo nel giorno della sua morte il testo della conferenza che avrebbe voluto tenere si è composto da solo, in un tam, tam di messaggi -di suoi messaggi- con la sua voce che invitava tutti, uno per uno, a lottare per VIVERE.

In anteprima per voi, la conferenza di Fabio Brandalise:

"La prima cosa che ho da dirvi è che non vi dovete mai arrendere, perché la vita è la cosa più preziosa che noi abbiamo. Che voi crediate all'anima, alla buddhità, qualsiasi sia il vostro credo e anche se non credete, sappiate che questo che noi abbiamo è un involucro che ci siamo scelti. Con tutti i pregi e difetti che possa avere, e il mio ne ha un mucchio, io ho sempre continuato a lottare. E dovreste farlo anche voi. 

Noi non ci possiamo arrendere, perché arrenderci non è solo una sconfitta. Io capisco che uno ad certo punto può anche dire: "Va bene però io, belin, non ce la faccio più, basta!". Arrendersi non è una sconfitta solo per quanto riguarda il corpo, arrendersi è una sconfitta per voi come esseri preziosi, come esseri unici! Ricordati: come te ci sei solo tu al mondo! Quindi guarda quanto puoi essere prezioso o preziosa! Di diamanti ce n'è mille. I diamanti li tagliano e li fanno uno uguale all'altro e sono preziosissimi i diamanti. Ma noi siamo ancora più preziosi dei diamanti, perché anche se qualcuno di noi ha un fratello o una sorella gemella, comunque si tratta di un altro essere, assolutamente diverso e unico. Quello che voglio dire è che siete talmente unici e talmente preziosi, che avete il diritto di VIVERE e soprattutto di ESSERE FELICI. E dovete lottare. Tutto ciò che vi accade nella vita è apparenza. Più gli date importanza e più ingigantite ciò che accade, più gli date potere. E allora dovete renderlo minimo. Dovete dare a tutto ciò che state vivendo di apparentemente negativo la possibilità di andarsene. Tutto ciò che arriva, dopo essere arrivato vi ha insegnato qualcosa, vi insegnerà altre cose e poi, se lo permetterete, farà la sua strada. Ditegli:"Vai!" con amore, quando sentite che avete compreso perché è arrivato e ciò che avete vissuto. 

E andate avanti. Andate avanti ad imparare, a trasmettere e a ricevere dalla Vita e nella Vita! Ricordatevi: voi siete talmente unici e talmente speciali che non potete permettervi di arrendervi. E se capitasse un giorno, in cui proprio vi fa fatica lasciare andare le cose pesanti della vita e sintonizzarvi sulla sua bellezza, io vi invito a venire in riva al Mare e a parlare con me.

Affidatele, affidatele al Mare, io sarò là! Ciao! 

Fabio 

IL MESSAGGIO CONDIVISO SU FACEBOOK IL 7.04.2021

"Alla fine vi ho fatto lo scherzo più grande... Sono andato di là! Avrei in realtà voluto fare ancora molte cose, perché io la VITA l'ho amata tanto.

Anche se apparentemente questa battaglia non l'ho vinta, io una cosa da dirvi ancora ce l'ho!

AMATELA LA VOSTRA VITA, ONORATELA, METTETELA AL SERVIZIO DI QUALCOSA DI PIÙ GRANDE, SE A VOI SEMBRA TROPPO QUESTO REGALO DA TENERE TUTTO PER VOI! SIETE UNICI! NON ESISTE NESSUNO UGUALE A VOI NEL MONDO. PER QUESTO DOVETE DARE VALORE A QUESTO DONO, PERCHÉ CI SIETE SOLO VOI CHE POTETE FARLO! E se volete passare a farmi l'ultimo saluto, sotto trovate gli appuntamenti! Poi restituirò il mio corpo al mio amato Mare! Ma potrete continuare a pensarmi ogni volta che guardate lontano all'orizzonte. Io sono là! Fabio.

Con amore.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium