Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Varazze

Elezioni comune di Loano

 / Attualità

Attualità | 08 aprile 2021, 08:14

Nel savonese 3600 i lavoratori in meno nel 2020. Pasa (Cgil): "La pandemia ha influito, attenzione alta anche per i 15mila lavoratori in cassa Covid"

5mila gli abitanti in meno in provincia di Savona nell'ultimo anno, dal 2006 al 2020 15mila (8mila gli occupati in meno)

Nel savonese 3600 i lavoratori in meno nel 2020. Pasa (Cgil): "La pandemia ha influito, attenzione alta anche per i 15mila lavoratori in cassa Covid"

5mila abitanti in meno in provincia di Savona (15mila in Liguria) e 3mila 600 gli occupati in meno nel 2020 rispetto al 2019 (11mila nella nostra regione).

Questi i dati forniti a margine del 120esimo anniversario della Camera del Lavoro Cgil di Savona dal segretario generale della Cgil Savona Andrea Pasa.

Dal 2013 al 2020 la Liguria ha perso 82mila abitanti e dal 2006 al 2020 15mila in un savonese che nello stesso periodo ha dovuto far fronte ad 8mila occupati in meno.

"La pandemia ha ampliato questi problemi e i due settori colpiti sono quelli del turismo e del commercio - ha spiegato Pasa -  Purtroppo dobbiamo constatare che aumentano considerevolmente i cittadini inattivi non solo giovani ma ultra 50enni che non sono in nessun percorso formativo, non lavorano e purtroppo non lo cercano più. Per il 75% dei nuovi contratti si utilizzano contratti precari o a tempo determinato, l'apprendistato non viene quasi mai scelto, meno del 5%".

"La nostra provincia ha opportunità incredibili, chi ha responsabilità di metterle in campo lo deve fare. Ci sono 60 milioni di finanziamenti pubblici per l'Area di Crisi complessa da utilizzare - ha continuato Pasa -  Il problema del savonese è l'infrastruttura che deve diventare il valore aggiuntivo del territorio così come il potenziamento della rete ferroviaria, bisogna intervenire ora per non rimanere fermi al palo".

Attenzione anche ai lavoratori stagionali, anche quest'anno infatti verrà sottoscritto il Patto per il Turismo con la Regione. 

"Abbiamo chiesto alla regione unitariamente di replicare un aumento rispetto alle indennità e ai mesi messi a disposizione e la Regione si è detta disponibile a replicare - continua il segretario della Cgil Savona - Per aver diritto alla disoccupazione devi raggiungere un minimo di giornate, la Regione si  è così impegnata a mettere a disposizione un bonus per i lavoratori che non maturavano il diritto. Abbiamo cercato di promuovere insieme alla Cisl e alla Uil questo bonus e come Cgil un centinaio di persone hanno fatto domanda".

La Cgil ha sottoscritto 2000 accordi per proteggere oltre 15mila persone in provincia di Savona che ha ricevuto la cassa integrazione in deroga per il Covid.

"La metà di questi 15mila sono lavoratori non nel settore dell'industria ma con contratti trasformati da full time a part time e si tratta di tante donne e giovani - ha proseguito Pasa - Molte famiglie stanno vivendo con meno di 500 euro e alcuni ad oggi devono ancora prendere l'indennità di cassa del mese di settembre, c'è un sistema burocratico che è terribile".

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium