Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Loano

 / Politica

Politica | 29 luglio 2021, 14:15

Italexit contro il green pass: nel fine settimana raccolta firme a Cairo, Varazze, Albenga e Savona

Il coordinatore provinciale Ilario Chiera: "Green pass iniziativa di stampo prettamente politico che, date le enormi incongruenze, peraltro evidenti a chiunque, poco o nulla c’entra con la tutela sanitaria sul territorio"

Uno dei banchetti di Italexit per dire no al Green Pass

Uno dei banchetti di Italexit per dire no al Green Pass

"Questo fine settimana, in tutta la Provincia di Savona (Cairo Montenotte, Varazze, Albenga e Savona), così come in tutta la Regione ed in tutto il nostro Paese, si potrà firmare ai banchetti di Italexit ed avere indicazioni per partecipare alle varie iniziative proposte per fermare sul nascere l’imposizione del 'green pass italiano'. È chiaro che il green pass sia un’iniziativa di stampo prettamente politico che, date le enormi incongruenze, peraltro evidenti a chiunque, poco o nulla c’entra con la tutela sanitaria sul territorio". Così, attraverso una nota stampa, Ilario Chiera, coordinatore provinciale di Italexit.

"In effetti, nella nostra provincia di Savona, la raccolta firme per arginare questo barbaro attacco alla libertà privata dei cittadini è già iniziata in banchetti e punti fissi di raccolta a Cairo Montenotte, Varazze e Villanova d’Albenga, e lo ha fatto con grande successo ed inaspettata partecipazione come oggettivamente succede nella quasi totalità degli eventi legati ai temi sia nazionali che del territorio su cui opera Italexit e se mi chiedete il motivo dei questo successo credo proprio che tutto ciò sia legato al semplicissimo segreto di fare realmente quello che diciamo - prosegue Chiera - Molte persone dapprima osservano le azioni ed i ragionamenti proposti da Italexit sott’occhio e con fare sospetto, tutto ciò è comprensibile in quanto è forte il condizionamento in atto causato dell’incoerenza e delle palesi bugie che partitoni e partitelli ci hanno propinato negli ultimi due decenni a partire dal lontano e celeberrimo 'Lavoreremo un giorno di meno e guadagneremo come se lavorassimo un giorno di più'; poi succede che ognuno di noi liberi cittadini, messi ormai sotto enorme pressione dai fatti che influiscono negativamente sulla vita reale e stanchi della manipolazione mediatica imposta ed evidentemente canalizzata, ci rendiamo conto che i problemi non sono di destra o di sinistra, che se imponi un pass, non c’è differenza tra chi decide liberamente di vaccinarsi e chi decide liberamente di non farlo, il limite è per tutti, tra 9 mesi ognuno di noi sarà non vaccinato, e allora che succederà? Si sta finalmente comprendendo che non è lì dove porre l’attenzione, la soluzione è altrove".  

"Così succede che quando per esempio le persone sanno che, da liberi cittadini liguri, ci siamo autofinanziati tra i circoli e sezioni della nostra bella regione, per depositare un ricorso al TAR al fine di annullare il veto alle cure domiciliari posto dal ministro Speranza attraverso il Consiglio di Stato e, dopo 10 giorni, comunichiamo a tutti il numero di iscrizione a ruolo e la data della discussione del ricorso da parte dei nostri avvocati  (che per la cronaca sarà il 07/09/2021 alle ore 09:15) ecco che la magia avviene, un briciolo di fiducia riappare e ci si inizia ad avvicinare a chi vede e crede che questi 'sarti' che hanno cucito l’abito UE non abbiano tenuto per nulla conto delle misure della donna Italia ed abbiano cucito per lei un abito impossibile da indossare a meno che la Signora Italia non diventi una mendicante assieme al suo popolo, cosa peraltro molto gradita ai potentati neo-libertini. Così la favola si trasforma pian piano in realtà quando ci si rende conto che questo è un pensiero condiviso tra coordinamento, attivisti e simpatizzanti di circolo e sezioni su tutto il territorio provinciale, così come su quello regionale e nazionale" conclude infine il coordinatore provinciale di Italexit.  

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium