/ Attualità

Attualità | 17 settembre 2021, 11:11

Sciopero di 4 ore dei lavoratori Tpl, Cgil e Cub: “Disagi saranno responsabilità dell’azienda” (VIDEO)

Dopo un braccio di ferro tra i due sindacati e Tpl, è stata comunque confermata la mobilitazione ma solo per una fascia oraria limitata come richiesto dalla Prefettura. Non hanno aderito Cisl, Uil e Faisa

Sciopero di 4 ore dei lavoratori Tpl, Cgil e Cub: “Disagi saranno responsabilità dell’azienda” (VIDEO)

 

Non più sciopero dei lavoratori di Tpl di 24 ore ma di 4 ore quest’oggi dalle 10.30 alle 14.30. Questa la decisione che hanno preso nella giornata di ieri Cgil e Cub visto che non hanno trovato una quadra con l’azienda per far sì che la mobilitazione venisse stoppata del tutto. L’accordo invece era stato trovato da Cisl, Uil e Faisa.

I due sindacati dopo l’incontro avvenuto in Prefettura avevano deciso, su richiesta del Prefetto Antonio Cananà, di limitare i disagi per gli utenti e lo scontro quindi ha portato ad avviare lo stesso lo sciopero ma per una fascia oraria limitata.

“La Filt nella tarda serata di ieri aveva presentato un testo dell’accordo emendato accettato da tutti, compresa l’azienda - dicono dalla Cgil  - Il testo alla fine prevedeva il superamento dello sciopero con differimento dello stesso, in modo da valutare i possibili avanzamenti. L’azienda rifiutava la mediazione, in quanto avrebbe accettato esclusivamente la revoca, assumendosi tutte le responsabilità di fronte all’utenza e alle istituzioni per la proclamazione dello sciopero".

"Inoltre - avevano aggiunto dal sindacato - l’ulteriore accordo riguardante il riconoscimento economico nelle giornate di ferie, la Filt era disposto a firmarlo (dopo assemblee con i lavoratori) ma non gli è stato concesso adducendo che il pacchetto era unico".

"Nell’ultima ipotesi, abbiamo già contattato i nostri legali, per un eventuale denuncia alla Magistratura per comportamento antisindacale. L’accordo in Prefettura prevede la presentazione di un esposto che verrà inviato anche alla Commissione di Garanzia, dove verranno spiegati i fatti e dimostrare che lo sciopero poteva essere evitato e che se domani i cittadini avranno dei disagi la responsabilità è esclusivamente dell’azienda" concludono dalla segreteria Filt Cgil.

“Anche i disagi che ci saranno nella giornata odierna non sono responsabilità dei lavoratori e del sindacato che li rappresenta, ma di esclusiva responsabilità dell’azienda nonostante la disponibilità delle organizzazioni sindacali a firmare un accordo e a sospendere lo sciopero - ha detto Fabrizio Castellani, Filt Cgil - Oggi infatti ci sarebbe dovuto essere solo una sospensione e il differimento di una mobilitazione a dicembre per vedere di risolvere gli ultimi problemi presenti sul tavolo, c’è stata invece la loro assoluta incapacità di riuscire a farci fare questo sciopero e di creare tutti questi disagi”.

“Siamo stati costretti nostro malgrado a indire queste 4 ore di sciopero insieme alla Cgil per i problemi sul trasporto locale - ha continuato Giovanni Battista Sirombra, Cub - ci auguriamo che queste azioni provochino degli effetti positivi nei confronti dell’azienda e degli enti proprietari perché le azioni di sciopero siamo consapevoli che provocano disagio e pensiamo però che possano servire, speriamo che migliorino le relazioni sindacali e si possano risolvere i problemi”.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium