/ Cronaca

Cronaca | 04 agosto 2022, 18:27

Discoteca abusiva al Nautilus di Varazze: dalla Questura stop alle serate

Il locale organizzava eventi notturni con annessa attività di somministrazione in totale assenza delle autorizzazioni comunali previste

Discoteca abusiva al Nautilus di Varazze: dalla Questura stop alle serate

Il Questore della Provincia di Savona ha emesso - ai sensi dell’art. 17 ter Tulps - un provvedimento di interruzione immediata delle attività di somministrazione e di discoteca, svolte - in totale assenza delle autorizzazioni previste - presso uno stabilimento balneare di Varazze (Nautilus).

L'atto, notificato oggi dai poliziotti della Divisione Polizia Amministrativa, giunge in seguito ad uno dei diversi servizi di controllo operati nell’ambito dell’intensificazione delle attività finalizzate a garantire un’estate sicura a cittadini e turisti, voluta dal Questore di Savona.

I poliziotti hanno accertato che presso il locale venivano organizzate serate di discoteca con annessa attività di somministrazione, il tutto in totale assenza delle autorizzazioni comunali previste. Sono stati anche rilevati evidenti rischi per l’ordine ed la sicurezza pubblica connessi al notevole afflusso di pubblico negli spazi dell’attività che avveniva in gran parte in maniera incontrollata: il locale, infatti, non era dotato di tutti gli accorgimenti necessari sotto il profilo della sorvegliabilità e del controllo interno.

Ugualmente importanti per l’emissione del provvedimento sono state le verifiche di carattere sanitario e di prevenzione incendi che hanno fatto emergere anche in questi casi delle irregolarità.

Il locale è stato inoltre oggetto di recenti segnalazioni da parte degli abitanti della zona proprio a causa delle potenti emissioni sonore provenienti dalla musica prodotta al suo interno, nonché dal pubblico incurante e ovviamente rumoroso.

Nel corso dell’accertamento è stata rilevata solamente la licenza demaniale del Comune di Varazze che consente al titolare la sola gestione dello stabilimento balneare e prescrive, per lo svolgimento delle altre attività annesse, il conseguimento delle previste autorizzazioni.

Come precisato dalla Questura la struttura è gestita da due soggetti: una persona che si occupa dello stabilimento balneare (estraneo al provvedimento) e un'altra che invece si occupa dell'attività di pizzeria-ristorante nella quale venivano organizzate le serate danzanti.

Si tratta di un altro provvedimento emesso nell’ambito dell’attività di prevenzione che ha come obiettivo quello di garantire a tutti  il divertimento - in particolare nei luoghi di aggregazione dei giovani - per un’estate all’insegna della massima sicurezza.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium