/ Attualità

Attualità | 22 settembre 2022, 09:34

Pieve di Teco, all’ex caserma Manfredi sorgerà la Casa di Comunità. La maggioranza esulta per il risultato, la minoranza in aula vota contro

Approvato dal Consiglio comunale il comodato d'uso gratuito all'Asl 1 di una porzione dell'immobile di piazza Borrelli. Alessandri: "Risultato straordinario, la struttura sarà un punto di primo soccorso fondamentale per tutta la Valle Arroscia"

Pieve di Teco, all’ex caserma Manfredi sorgerà la Casa di Comunità. La maggioranza esulta per il risultato, la minoranza in aula vota contro

Il Consiglio comunale di Pieve di Teco, riunitosi nella serata di ieri, ha approvato la concessione in comodato d’uso gratuito all’Asl 1 di Imperia di una porzione dell’ex caserma ‘Manfredi’ di piazza Borrelli. Un momento storico non solo per il territorio comunale, ma per l’intero comprensorio in quanto è prevista, proprio in questo immobile, l’istituzione della Casa di Comunità. Si tratta di una struttura di rete socio-sanitaria territoriale che proprio per la sua collocazione in valle Arroscia è intesa quale prolungamento verso l’interno del territorio imperiese e ha tra le proprie finalità quella di fornire assistenza sanitaria nel prossimo entroterra della nostra provincia e di costituire un riferimento continuativo per i cittadini, residenti in zone non costiere, con lo scopo di agevolarne l’accesso gratuito alle prestazioni sanitarie erogate.

Il progetto si inserisce nella programmazione regionale inerente le risorse del PNRR, di cui al decreto 12/01/2022 della Conferenza Stato-Regioni. Il piano sviluppato su tre assi strategici condivisi a livello europeo prevede un pacchetto di investimenti e riforme articolate in sei corrispondenti Missioni-Salute, prevede investimenti e riforme finalizzati a rafforzare la prevenzione e i servizi sanitari sul territorio, modernizzare e digitalizzare il sistema sanitario, garantire equità di accesso alle cure, migliorare Ie dotazioni infrastrutturali e tecnologiche, promuovere la ricerca e l'innovazione e lo sviluppo di competenze tecnico-professionali, digitali e manageriali del personale sanitario. Con la Deliberazione della Giunta Regionale n. 400 del 7 maggio 2021 è stata istituita la struttura di Missione a supporto degli interventi del sistema sanitario e sociosanitario regionale, ed ha altresì fissato l'obiettivo della definizione del quadro degli investimenti strutturali e tecnologici del settore sanitario e sociosanitario previsti dai Piano nazionali e regionali e dal PNRR.

Con Deliberazione 120/2022 del Direttore Generale, Asl 1 ha confermato i fabbisogni relativi agli interventi inseriti nel PNRR tra cui quello relativo al Distretto lmperiese — Intervento di ristrutturazione di porzione del primo piano dell'ex Caserma Manfredi di Pieve di Teco per la realizzazione di una Casa di Comunità Spoke - Intervento rientrante nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per l’importo stimato di 480 mila euro. La successiva  Deliberazione della Giunta Regionale, la n. 169 del 8 marzo 2022, ha approvato l'elenco degli interventi previsti nel documento allegato alta Deliberazione della Giunta Regionale tra cui quello relativo alto realizzazione della Casa della Comunità.

“Istituire a Pieve di Teco la Casa di Comunità è un risultato straordinario, dichiara il sindaco Alessandro Alessandri. La struttura infatti, permetterà di avere ambulatori multidisciplinari, studi medici, il servizio di guardia medica, il punto vaccini e il punto prelievi. Avremo quindi un medico 24 ore su 24 e l’intera struttura rappresenta quindi un punto di primo soccorso fondamentale e strategico per tutta la Valle Arroscia. Sono previsti non solo ambulatori, ma delle soluzioni organizzative che permetteranno la fruizione di un hub di prossimità per le cure primarie e parallelamente anche per il supporto sociale e assistenziale. Un luogo dove si cureranno le persone non solo dal punto di vista strettamente medico, ma anche dove verrà data attenzione a tutte le dimensioni di vita dei cittadini. La Casa di Comunità  rappresenta un vero e proprio modello rivoluzionario che permetterà l’upgrade dei servizi per gli abitanti e mi preme ringraziare l’ex dg di Asl 1 Silvio Falco e l’attuale dg Luca Filippo Maria Stucchi per l’impegno profuso in questa iniziativa che per noi tutti è di grande significato”.

Unica nota stonata, durante la seduta del civico consesso, il voto contrario della Minoranza. “Sono veramente dispiaciuto, aggiunge il primo cittadino Alessandri, che la Minoranza si sia espressa con voto contrario. Durante il dibattito in aula ho provato più volte e per molto tempo a spiegare le importanti ragioni a fondamento di questo progetto e tra tutte spicca la possibilità di avere 24 ore su 24 un medico qui a Pieve di Teco: ciò permetterà di avere una risposta concreta alle esigenze della popolazione. Purtroppo, però nonostante abbia cercato di unire negli intenti – visto la delicata tematica- le forze politiche, la Minoranza in modo ostinato ha votato contro l’istituzione della Casa di Comunità presso i locali dell’ex caserma ‘Manfredi’, senza offrire un’alternativa o una proposta. Ho messo tutto me stesso, ma alla fine la Minoranza è rimasta sulle proprie posizioni. Tutte le pratiche sono state votate favorevolmente, tranne questa che – a mio avviso – rappresentava il punto all’ordine del giorno più importante dove si sarebbe dovuta mettere da parte ogni ragione politica e al contrario occorreva concentrarsi esclusivamente sulle necessità e sui bisogni della nostra comunità. Posso dire quindi, con grande orgoglio, che grazie alla Maggioranza, a Pieve di Teco – conclude il sindaco Alessandri-  sorgerà la struttura che costruirà per tutti i cittadini percorsi sanitari, sociali e relazionali e nel contempo darà una pronta risposta medica in modo continuativo”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium